Conto corrente inattivi: le banche iniziano a chiuderli

The Wam.net ECONOMIA

La mossa drastica di FinecoBank. Del resto, a proposito di conto corrente inattivi, c’è già un precedente, quello di FinecoBank.

Conto corrente inattivi e la riduzione degli sportelli ATM. La lenta fine dell’uso del contante è segnalato anche dalla graduale riduzione degli sportelli ATM in Italia.

La scure sui conto corrente inattivi rientra in una più ampia strategia che posa su due presupposti. (The Wam.net)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Allora attenzione: dal prossimo mese faticherai a trovare uno sportello bancomat. Se siete clienti del gruppo bancario olandese Ing, è il caso che vi organizziate. Controlla i numeri. Una situazione che porterà i clienti a doversi riorganizzare adesso, capendo innanzitutto capire come evitare di pagare le commissioni ad altri sportelli. (Consumatore.com)

Per i titolari di carta di debito il prelievo è sempre gratuito, sia nelle banche tradizionali che in quelle telematiche. Se usiamo una carta di credito le commissioni sono identiche a quelle applicate al prelievo ATM della nostra stessa banca (4% banche tradizionali e 3,8% banche online) (Il Sole 24 ORE)

Conto corrente: arriva il pagamento dell’imposta di bollo. Conto corrente ING: cosa cambia dal 1°luglio. Naturalmente il cambio di passo proclamato da ING non poteva ritorcersi contro i correntisti. (ROMA on line)

Il punto è che alcune banche in chiusura di bancomat applicano commissioni a meno che il prelievo non sia sopra ai 50 euro La lotta al contante passa dalla chiusura degli sportelli bancomat. (ContoCorrenteOnline.it)

Ecco cosa è successo. A causa del Covid abbiamo dovuto cambiare molte nostre abitudini al fine di contrastarne la diffusione. (ContoCorrenteOnline.it)

Sempre meno punti bancomat: e il prelievo nelle banche costa fino al 273% più che in quelle "online" di Andrea Greco. Uno studio di SOSTariffe su 26 gruppi avverte: "Il contante ha costi crescenti anche per l'effetto pandemia, ecco i consigli per dimezzare le commissioni". (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr