Confcommercio, le imprese credono nella ripresa più delle famiglie: il 61% stima un miglioramento

Corriere della Sera ECONOMIA

La ripresa è frenata dall’incertezza di famiglie e imprese che temono aumenti delle tasse e dei prezzi.

Le previsioni di aumento sono, infatti, limitate a un quinto delle famiglie per i redditi e a quasi 1 famiglia su 3 per i risparmi

Prevale, invece, l’incertezza delle famiglie che temono più tasse, inflazione e perdita del lavoro.

Le imprese sono comunque più ottimiste (42,7%) rispetto alle famiglie (24,3%). (Corriere della Sera)

La notizia riportata su altri giornali

L'articolo Per famiglie e imprese l’incertezza frena la ripresa proviene da (Sicilia Economia)

Ma, ciò nondimeno, siamo preoccupati degli effetti negativi che tali disposizioni avranno sulla vita e sopravvivenza delle aziende. In difetto i lavoratori non potranno essere ammessi negli uffici, nelle fabbriche, nei negozi etc. (Vivere Fano)

Ma sul tavolo del Comune, la Confcommercio porta anche altre ben più rilevanti questioni, come lo svolgimento della fiera campionaria in programma a fine mese. È quanto sostiene la Confcommercio di Crotone, che da tempo sollecita un confronto con l’amministrazione comunale per risolvere problemi e criticità cui devono far fronte imprese e attività commerciali. (LaC news24)

I problemi che tali disposizioni creeranno saranno enormi (anche il ricorso a ferie e permessi creerà seri problemi) ed è strano che il «Governo dei migliori» non le abbia previste che ha imposto l’obbligo del Green Pass per lavorare dal 15 ottobre prossimo. (Vivere Pesaro)

Tra i canali di acquisto, online e Gdo si confermano tra le modalità preferite dai consumatori, mentre risultano particolarmente penalizzati gli acquisti nelle grandi catene e nei centri commerciali. Prevale, invece, l'incertezza delle famiglie che temono più tasse, inflazione e perdita del lavoro. (Rai News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr