Patente moto: l'addio all'esame pratico è davvero la notizia che tutti aspettavamo? Ecco i risultati del nostro sondaggio social

Patente moto: l'addio all'esame pratico è davvero la notizia che tutti aspettavamo? Ecco i risultati del nostro sondaggio social
Moto.it ECONOMIA

È conseguibile dopo due anni di patente A2 oppure direttamente a 24 anni.

La patente A2 è conseguibile dai 18 anni di età.

Dalla seconda settimana di agosto non sarà più obbligatorio l’esame pratico per conseguire le patenti A2 e A3.

La decisione di eliminare l’esame pratico finale è stata infatti presa al fine di snellire l’iter burocratico ed alleggerire il carico di lavoro sulla motorizzazione

Sarà infatti possibile, grazie alle modifiche introdotte nel Decreto Infrastrutture-Bis, conseguire la patente superiore della medesima categoria senza l’esame pratico finale. (Moto.it)

Su altri giornali

Attenzione però, perchè le modifiche legislative introdotte dal Decreto Infrastrutture-Bis non valgono per tutti. Grandi cambiamenti in arrivo per tutti coloro in procinto di ottenere la patente per guidare la moto, cioè quella di categoria A3 . (InMoto)

Questo tipo di patente – giova ricordarlo ai non addetti ai lavori – consente di poter guidare qualsiasi motociclo, a prescindere dalla cilindrata e dalla potenza! Le varie patenti per la guida dei motocicli si articolano in patente AM, patente A1, patente A2 e, infine patente A. (Motori News)

Ecco, da metà agosto tutto cambia, scompare la prova di guida in favore dell'obbligo di frequentare un corso in autoscuola della durata di 7 ore, composto da una parte teorica e una pratica. (Motociclismo.it)

Patente moto, stop esami: basterà un corso

Le varie patenti per la guida dei motocicli si articolano in patente AM, patente A1, patente A2 e, infine patente A. La patente per guidare scooter e moto. Per cominciare a guidare uno scooter o una motocicletta c’è bisogno dell’ottenimento della relativa patente, la cosiddetta Patente A, che esula completamente dalla B che invece serve per guidare le autovetture. (Notizie.com)

Le novità introdotte per l’esame teorico per il conseguimento delle patenti A e B puntano a ridurre i tempi e velocizzare l’intera procedura. Politica e trasporti. Minor tempo a disposizione, minor numero di domande a cui rispondere, una soglia più bassa di errori concessi e software per il riconoscimento facciale del candidato. (inSella)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr