;

"Non siamo sicuri di poter continuare ad operare". L'allarme di una Ong in Kurdistan

Non siamo sicuri di poter continuare ad operare. L'allarme di una Ong in Kurdistan
AGI - Agenzia Italia AGI - Agenzia Italia
(Sezione: Esteri) "Siamo operativi ma se continuasse l'escalation l'assistenza diventerebbe a rischio". Lo riferisce all’Agi il project manager della Ong italiana Un ponte per…, Luca Cafagna, parlando da Dohuk, a pochi chilometri dal confine siriano
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti