Stipendi più pensanti: c’è l’accordo sulle aliquote IRPEF, ma resta una disparità

Stipendi più pensanti: c’è l’accordo sulle aliquote IRPEF, ma resta una disparità
Informazione Scuola INTERNO

I redditi fino a 15mila Euro restano al 23%, quelli 15-28mila Euro dal 27% calano al 25%, quelli di 28-50mila Euro passano dal 38% al 35%.

Da NoiPA potrebbero arrivare buone notizie, gli stipendi potrebbero diventare più pesanti grazie all’accordo delle forze politiche sulla riforma delle aliquote IRPEF.

La riforma potrebbe tagliare al ribasso le aliquote, non di molto purtroppo, ma potrebbe essere un piccolo segnale per rilanciare leggermente il potere di acquisto dei salari italiani che risultano fra i più bassi d’Europa. (Informazione Scuola)

Se ne è parlato anche su altri media

I redditi superiori a 50.000 euro saranno tassati direttamente al 43%.“C’è l’accordo politico ad agire sulle aliquote Irpef. (Sputnik Italia)

Via il bonus Renzi e il Bonus fiscale. Anche l’attuale trattamento integrativo subirà delle modifiche, anzi non lo vedremo più come voce in busta paga. “C’è l’accordo politico ad agire sulle aliquote Irpef. (LeggiOggi.it - Tutto su fisco, welfare, pensioni, lavoro e concorsi)

ABOLITO IL BONUS 80 EURO – Il bonus da 80 euro, diventati poi 100, introdotto da Matteo Renzi sparirà con la riforma dell'Irpef Il ragionamento sull'Irap vede una scelta verticale, partendo dalle 850mila persone fisiche, autonomi e ditte individuali, aggiungendo eventualmente le start up. (Il Messaggero)

Salvini: “A Draghi chiederemo più coraggio su bollette e cartelle esattoriali”

Questo è l’accordo politico, ora Franco ne deve parlare con Draghi, noi con i nostri partiti e poi rivederci". 25 novembre 2021 a. a. a. Da cinque a quattro scaglioni: questo l'accordo politico tra il ministero dell'Economia e della Finanza e le forze di maggioranza sul taglio delle tasse. (LiberoQuotidiano.it)

Si agirà sulle aliquote Irpef del ceto medio, e in modo strutturale anche sull'Irap L'intesa di massima dovrà passare ora al vaglio del governo Manovra, c'è accordo sul taglio delle tasse: 7 miliardi per Irpef e un miliardo per Irap nel 2022 Lo schema prevede la riduzione delle aliquote, che scenderanno da cinque a quattro, con la rimodulazione di scaglioni, detrazioni e no tax area. (Rai News)

Poi all’incontro col premier Draghi chiederemo più coraggio su due fronti: caro bollette e cartelle esattoriali”. “Primo quindi le bollette – spiega – perché è doveroso e urgente trovare almeno 3 miliardi di euro per tagliare le tasse dello Stato e l’aumento dei costi di luce e gas che è incredibile. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr