Una bomba ecologica galleggia nel Mar Rosso: la storia della FSO Safer

Una bomba ecologica galleggia nel Mar Rosso: la storia della FSO Safer
Corriere della Sera ESTERI

Il deterioramento dello scafo e l’impasse nei negoziati con i ribelli Houthi potrebbero provocare un disastro ambientale senza precedenti.

La petroliera «FSO Safer» in un’immagine aerea scattata nel luglio 2020: la nave è in panne da 6 anni al largo dello Yemen.

La FSO Safer è in panne a causa di una grande falla nello scafo, a poche miglia dalla costa yemenita (foto Afp) La FSO Safer è in panne a causa di una grande falla nello scafo, a poche miglia dalla costa yemenita (foto Afp). (Corriere della Sera)

Su altre testate

Il disastro ambientale è dietro l’angolo. Nell’arco di una settimana, continua lo studio, lo sversamento di petrolio potrebbe compromettere fino all’85 per cento della pesca yemenita nel mar Rosso, arrivando a paralizzarla completamente nell’arco di un’altra settimana Nell’arco di due settimane sarebbe necessario chiudere i porti di Hodeidah e Salif, entrambi sul mar Rosso. (LifeGate)

La petroliera è una bomba ecologica. La nave FSO Safer contiene quattro volte la quantità di petrolio rilasciata dalla Exxon Valdez nel Golfo dell’Alaska nel 1989. Secondo un modello elaborato dalla rivista, la fuoriuscita potrebbe portare alla chiusura dei porti del Mar Rosso di Hodeidah e Salif entro due settimane. (Blitz quotidiano)

Lo studio indica che il rischio di disastro può essere evitato scaricando il petrolio. In uno studio pubblicato sulla rivista Sostenibilità della natura I ricercatori avvertono che una fuoriuscita di petrolio potrebbe avere conseguenze disastrose a causa di negligenza. (TecnoSuper.net)

Eco-bomba galleggia nel Mar Rosso: potrebbero finire in acqua 1,1 milioni di barili di petrolio

1. Sputnik Italia [email protected] +74956456601 MIA „Rosiya Segodnya“ 252 60. 2021. Sputnik Italia [email protected] +74956456601 MIA „Rosiya Segodnya“ 252 60. Notiziario. it_IT. Sputnik Italia feedback. (Sputnik Italia)

In gioco ci sono l'accesso all'acqua potabile di 8 milioni di persone e la loro principale fonte nutritiva: il pesce. Sulla nave sono presenti sette persone, unico equipaggio incaricato di controllare lo scafo in decomposizione. (Ticinonline)

Inoltre l’inquinamento bloccherebbe «tra il 93 e il 100% della pesca nel Mar Rosso dello Yemen». C’è una bomba ecologica che galleggia nel Mar Rosso, a poche miglia dalla costa yemenita, circa 300 chilometri ad Ovest di Sana’a e quasi 400 a Nord dello Stretto di Gibuti. (Notizie - MSN Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr