Coronavirus: “La curva rallenta in Umbria. E con vaccini e Omicron si rischia meno". Novità per gli isolamenti

TerniToday INTERNO

Speranza di aver raggiunto il picco o esserci almeno vicini arrivano anche da altri dati: "L'Rt in Umbria - prosegue Cristofori è inferiore a 1, a differenza della media nazionale, e anche l'incidenza è in calo.

Buone notizie per l'Umbria arrivano dal consueto monitoraggio della Regione, sull'andamento della pandemia da Covid.

Negli ultimi giorni invece si nota una tendenza alla stabilizzazione della curva”. (TerniToday)

Ne parlano anche altri giornali

Nel ritrovato punto Covid, sia gli esperti del Nucleo epidemiologico sia l’assessore Luca Coletto, avevano ipotizzato la permanenza dell’Umbria in fascia bianca. In calo, l’indice Rt, sceso a 1,39 calcolato per la settimana al 9 gennaio, mentre imperversa la variante Omicron, stimata con una prevalenza al 93,3%. (ilmessaggero.it)

Infatti, per quanto riguarda i ricoveri chirurgici, nel 2021 sono state erogate le stesse prestazioni del 2019. "La Giunta regionale ha adottato una delibera che prevedeva vari scenari a seconda dell’andamento dell’epidemia e nonostante la fase Omicron i nostri ospedali, anche se faticosamente, stanno erogando le prestazioni" ha spiegato Luca Coletto, assessore regionale alla Salute, nel corso della conferenza stampa di aggiornamento sull’andamento epidemiologico. (PerugiaToday)

I nuovi positivi riscontrati nell'ultimo giorno sono stati infatti 2.125, ovvero il 13% dei tamponi analizzati. A Terni i nuovi positivi sono invece 272, insieme a 313 guarigioni. (Rgunotizie.it)

Purtroppo si contano ancora tre decessi, in questo caso nei comuni di Città della Pieve, Foligno e Magione Anche nella giornata di ieri - 14 gennaio 2022 - si è registrato infatti un numero maggiore di guarigioni nell'arco di 24 ore, rispetto ai nuovi contagi. (TuttOggi)

Tutto ciò è stato possibile anche grazie ad una campagna di vaccinazioni che vede in Umbria l’80,1% della popolazione vaccinata e solo il 4,7% di over 50 non vaccinati”. Per quanto riguarda i ricoveri il commissario D’Angelo ha reso noto che tra il 30 e 40% dei ricoverati presentano patologie non riconducibili al covid, ma positivi al momento del ricovero (Terni in rete)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr