Piercamillo Davigo indagato dalla Procura di Brescia | Flash news

Cagliaripad INTERNO

L’ex consigliere del Csm Piercamillo Davigo, ex pm del pool Mani Pulite è indagato a Brescia per rivelazione del segreto d’ufficio.

Piercamillo Davigo, scrive “Il Corriere della Sera”, era consigliere Csm sino al pensionamento nell’ottobre 2020, ex pm di Mani pulite e giudice di Cassazione.

Leggi altre notizie su www.cagliaripad.it

Secondo quanto riporta ” Il Corriere della Sera”, a Davigo nell’aprile 2020 il pm Storari consegnò verbali segreti che da dicembre 2019 a gennaio 2020 il plurindagato Amara, ex avvocato esterno Eni (Cagliaripad)

Su altri giornali

Mi sembrava incomprensibile la mancata iscrizione”. L’11 maggio scorso, come riferisce Repubblica, in tv a Di Martedì Davigo spiegò che Storari gli aveva “segnalato una situazione critica e dato il materiale necessario per farmi un’opinione, dopo essersi accertato che fosse lecito. (QuiBrescia.it)

Secondo quanto scrive" Il Corriere della Sera", a Davigo nell'aprile 2020 il pm. Storari consegnò verbali segreti sull'interrogatorio che, da dicembre 2019 a gennaio 2020, il plurindagato Amara, ex avvocato esterno Eni, aveva reso su un'associazione segreta, denominata "Ungheria" e condizionante toghe e alti burocrati dello Stato. (TG La7)

Da quel poco che ora emerge a Roma, dopo che una rara coltre di segreto ha resistito così a lungo su un così gran numero di audizioni “sensibili”, sul contenuto dei colloqui sono rimaste non coincidenti le versioni già affiorate in passato tra Ermini e Davigo, e tra Morra e Davigo Mi sembrava incomprensibile la mancata iscrizione”. (Alessandria Oggi)

A Davigo nell’aprile 2020 il pm Storari consegnò verbali segreti che da dicembre 2019 a gennaio 2020 il plurindagato Amara, ex avvocato esterno Eni, aveva reso su un’asserita associazione segreta, denominata «Ungheria» e condizionante toghe e alti burocrati dello Stato: controverse dichiarazioni che per Storari andavano chiarite rapidamente, anziché a suo avviso relegate “in un limbo di immobilismo investigativo dai vertici della Procura”. (elivebrescia.tv)

L’ex consigliere del Csm Piercamillo Davigo, ex pm del pool Mani Pulite è indagato a Brescia per rivelazione del segreto d’ufficio. Piercamillo Davigo, scrive “Il Corriere della Sera”, era consigliere Csm sino al pensionamento nell’ottobre 2020, ex pm di Mani pulite e giudice di Cassazione. (L'Occhio)

Nonché (per spiegare i propri raffreddati rapporti con il consigliere Ardita evocato da Amara) ad alcuni consiglieri Csm e all'onorevole Morra, presidente dell'Antimafia” È un vero tornado quello che travolge uno dei magistrati, seppur in pensione, più famosi d'Italia. (Corriere dell'Umbria)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr