Coronavirus, il sindaco di Milano: "Se ho sbagliato all'inizio, ora faccio la mia parte"

Coronavirus, il sindaco di Milano: Se ho sbagliato all'inizio, ora faccio la mia parte
TUTTO mercato WEB TUTTO mercato WEB (Interno)

Intervistato da Repubblica, il sindaco di Milano, Beppe Sala, analizza le criticità emerse nella prima fase della gestione dell’emergenza Coronavirus: “In un primo tempo mi sembrava quello lo spirito di Milano, e anche la comunità scientifica non era univoca.

Ne parlano anche altre fonti

in foto: Il sindaco Sala nel videomessaggio quotidiano. Ben 150 computer pronti per i bambini che ne hanno bisogno per seguire le lezioni da casa. Il censimento è avviato ma nel frattempo ci siamo rivolti a produttori e distributori di materiale informatico per avere computer, in questi giorni distribuiremo i primi 150 computer e ringrazio la Lenovo (Milano Fanpage.it)

Ritorno al lavoro. Sala ha poi cercato di guardare avanti, parlando della ripresa delle attività lavorative. Pensate questo elemento quanto sarà importante per il ritorno alla normalità" aggiunge, sottolineando che la questione verrà affrontata anche nei prossimi giorni". (IL GIORNO)

Sarà attiva da domani sul sito del Comune", ha spiegato il primo cittadino. Lo ha annunciato il sindaco Beppe Sala nel suo punto quotidiano sull’emergenza coronavirus a Milano. (Il Messaggero)

Alla domanda se secondo lui servano più chiusure, Sala risponde: «Più di così non so che cosa ci sia da fermare. A Milano, insieme ai costruttori, abbiamo deciso di bloccare anche i cantieri della nuova linea di metropolitana, la M4». (Il Mattino)

Lo ha annunciato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, nel video che ogni giorno posta sulle sue pagine social. di avviare tramite i dirigenti scolastici un censimento sulla disponibilità informatica nelle case di quelle famiglie milanesi che hanno bambini in età scolare. (Il Fatto Quotidiano)

Una mappa per localizzare i negozi di quartiere che fanno servizio a domicilio e l’ipotesi di un ritorno al lavoro graduale, per i dipendenti del comune, in relazione all’età e al rischio quindi di ammalarsi di coronavirus. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.