"David ucciso perchè sapeva troppo", l'intervista della moglie di Rossi a "Porta a porta"

David ucciso perchè sapeva troppo, l'intervista della moglie di Rossi a Porta a porta
Altri dettagli:
La Repubblica Firenze.it INTERNO

Continuava a dire che voleva andare a parlare con i magistrati, in quel momento la banca stava vivendo un periodo molto pesante".

Purtroppo, di elementi ne stanno venendo fuori tanti, sia per quanto riguarda le vicende della banca, sia per quanto riguarda il filone dei festini".

Antonella Tognazzi ha spiegato come Rossi, nonostante le perquisizioni a casa e nel suo ufficio, non "temesse di essere arrestato. (La Repubblica Firenze.it)

Ne parlano anche altre testate

Un elemento importante quello contenuto nella relazione della Polizia Postale che smonta una delle prove chiave che ha portato alla richiesta di archiviazione della Procura di Genova Questa la frase contenuta in una mail inviata da David Rossi il 4 Marzo all’amministratore delegato di banca Mps Fabrizio Viola. (RadioSienaTv)

«Anzi, mi chiedo che fine abbia fatto la pratica sul caso David Rossi che io ho aperto quanto ero membro del Csm», sottolinea Zanettin. Perché non si è mai indagato?», si è chiesta la figlia. (ilGiornale.it)

Questi è stato trovato senza vita la sera del 6 marzo 2013, dopo essere caduto da una finestra della sede centrale di Mps in piazza Salimbeni. La Polizia postale ha trovato due versioni di questa mail, con la stessa frase, «ma entrambe hanno data di creazione il 7 marzo 2013» alle ore 11.41. (LA NAZIONE)

Caso David Rossi, Carolina Orlandi: «Abbiamo contattato un medico legale che parla di colluttazioni»

La prova è la mail inviata il 4 marzo da Rossi all’amministratore delegato dell’istituto di credito Fabrizio Viola in cui annuncia il suicidio, due giorni prima della morte. In pratica il messaggio sarebbe stato creato dopo il decesso dell’ex responsabile della comunicazione di Mps. (Il Riformista)

Secondo una perizia della polizia postale di Genova rilanciata da Carmelo Miceli, avvocato della vedova Antonella Tognazzi, le mail risulterebbero create il 7 marzo, ovvero quando Rossi era già morto (La Stampa)

Autorizzaci a leggere i tuoi dati di navigazione per attività di analisi e profilazione. Così la tua area personale sarà sempre più ricca di contenuti in linea con i tuoi interessi (Corriere TV)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr