AstraZeneca, effetto Ema: in Lombardia e Piemonte rinunce intorno al 15-20%

AstraZeneca, effetto Ema: in Lombardia e Piemonte rinunce intorno al 15-20%
L'HuffPost ECONOMIA

“Il beneficio di AstraZeneca - ha aggiunto - è di molto superiore al rischio di eventuali rarissimi effetti collaterali.

Torna a crescere anche in Piemonte, soprattutto a Torino, la percentuale di quanti, chiamati a vaccinarsi con Astrazeneca, rinunciano a sottoporsi alla somministrazione.

Inoltre, ad oggi ci sono alcuni vincoli di utilizzo per Pfizer e Moderna ma a breve termineranno e subentrerà anche Johnson & Johnson (L'HuffPost)

Ne parlano anche altri giornali

Per ora dal ministero della Salute si continua a ritenere che non vi siano abbastanza dati certi sull'efficacia di due vaccini diversi inoculati nello stesso paziente Le Regioni, di fronte all'ennesimo intoppo con l'antidoto anglo-svedese, sarebbero costrette a rivedere ancora una volta la loro agenda. (ilGiornale.it)

Ma che ci sia una connessione tra questo vaccino, le trombosi cerebrali e alcuni tipi di eventi emorragici, gli esperti riuniti ad Amsterdam sono ormai convinti. E poi l’Ema considererà il fatto che AstraZeneca ha poche alternative nei Paesi dell’Est, che hanno optato massicciamente sul ben più economico ritrovato di Oxford. (Il Piccolo)

AstraZeneca: Johnson, rispetteremo indicazioni esperti

Entro il 30 giugno in Italia si attende - salvo imprevisti - la consegna di poco meno di 50 milioni di dosi. A questo punto, unendo le due variabili, l'ipotesi è una: senza intoppi la fine della campagna è realizzabile entro la seconda metà di agosto. (ilmessaggero.it)

oris Johnson ringrazia gli esperti dell'autorità sul farmaco britannica per l'aggiornamento "sui potenziali effetti collaterali estremamente rari" del vaccino anti-Covid di AstraZeneca e s'impegna a rispettarne le indicazioni. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr