Le dinamiche della diplomazia nucleare: Russia e Cina contro i neo-malthusiani

Come Don Chisciotte ESTERI

Negli ultimi mesi, Russia e Cina hanno portato la diplomazia dell’energia nucleare ad un livello completamente nuovo

Nel frattempo, il presidente Putin ha sottolineato in numerose occasioni che, nei prossimi anni, la ricerca sulla fusione sarà una priorità nazionale per la Russia.

In Russia, un programma tokamak gemello, denominato T-15 MD, inizierà a produrre plasmi nel corso di quest’anno.

Questo fatto darà agli Stati Uniti un maggiore interesse nella stabilità politica, economica e sociale dei Paesi fornitori. (Come Don Chisciotte)

Se ne è parlato anche su altre testate

Infatti le manovre militari note come Arctic challenge che hanno coinvolto gli Stati Uniti, la Finlandia, Svezia e la Norvegia hanno determinato una reazione dura da parte dell’ambasciata russa negli Stati Uniti. (Startmag Web magazine)

Mercoledì, durante una visita con le truppe americane di stanza nel Regno Unito, Biden ha ricordato una precedente discussione avuta con alti funzionari del Pentagono. “Biden ha appena detto che gli è stato riferito dai capi di stato maggiore congiunti che il cambiamento climatico è la nostra più grande minaccia. (L'AntiDiplomatico)

Ma la sfida di Biden va oltre e mira a reclutare le democrazie in una nuova guerra fredda contro autocrazie e dittature. E il timore che già nel 2022 le elezioni di Midterm possano limitare il margine di manovra di Biden. (La Stampa)

Altro dato da tenere bene in mente: nel 2018 il consumo di prodotti alimentari nelle città è aumentato del +3.4%, mentre nelle aree rurali del +6.7%. Non solo: secondo altre stime, sarebbe diventato il primo mercato per prodotti alimentari importati al mondo. (InsideOver)

La notizia dello sblocco in America di Tik Tok e Wechat ha compensato in parte la doccia fredda dell’inclusione una settimana fa di 59 società cinesi nella black list delle aziende cinesi con legami stretti con la Difesa. (Il Sole 24 ORE)

Ma dal Pentagono fanno sapere che i primi effetti riguarderanno le alleanze, con la definitiva centralità dello scacchiere indo-pacifico Arrivando alla conclusione che il futuro della sicurezza americana dipende completamente dal confronto con la Cina (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr