Veterinario faceva sesso con i cani che aveva in cura: incastrato dai video che scambiava online

Fanpage.it ESTERI

Veterinario faceva sesso con i cani che aveva in cura: incastrato dai video che scambiava online Amava curare anche cani randagi raccolti dalla strada e che periodicamente gli portavano ma in realtà quella stessa clinica era teatro di tremendi abusi sessuali sugli animali messi in atto dall’uomo, per questo il dottor Prentiss Madden, un veterinario statunitense, è stato condannato a quasi 22 anni di carcere. (Fanpage.it)

Ne parlano anche altre testate

Domenica 10 ottobre decine di animali domestici sono stati benedetti davanti alla Chiesa di San Francesco d’Assisi a Lima, in Perù, in occasione di una celebrazione in onore del santo protettore degli animali. (LaPresse)

Subito dal veterinario. Il proprietario di Jaqweenie si è precipitato dal veterinario che, anche dopo un esame approfondito, non è stato in grado di individuare la causa del suo disagio. Bisogno di essere rassicurato. (Wamiz)

Probabilmente il veterinario, avendo intuito che il cane aveva ingoiato qualcosa, lo ha fatto vomitare. È rimasta di stucco la proprietaria di un cane che aveva portato il suo amico a quattro zampe dal veterinario per un controllo. (Today.it)

La visione dei filmati ha permesso di risalire all’identità del veterinario, che per questo ha dovuto affrontare anche un processo penale. Secondo quanto si apprende dalla stampa internazionale il medico veterinario era molto conosciuto in Florida in quanto si prendeva cura di numerosi animali randagi. (Fidelity News)

Un veterinario della Florida negli Stati Uniti è stato incastrato da diversi video diffusi in rete che lo ritraevano mentre praticava atti sessuali con i cani. Il medico di è dichiarato colpevole dopo la visione di foto e video che lo ritraevano in atti compromettendi con i poveri animali. (leggo.it)

Che quel medico che raccoglieva randagi e che postava foto amorevoli con gli amici a quattro zampe pare fosse un vero orco. (Notizie.it )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr