Zaia: "Se parte la terza dose, siamo pronti. Ma bisogna fare chiarezza"

Zaia: Se parte la terza dose, siamo pronti. Ma bisogna fare chiarezza
veronaoggi.it INTERNO

Chi non si è ancora vaccinato lo faccia al più presto, altrimenti se si parte con la terza dose per fragili e anziani tutti gli altri vanno in coda”.

Lo ha detto il governatore del Veneto Luca Zaia nel punto stampa di oggi dalla sede della Protezione civile di Marghera

“Si parla di terza dose da somministrare ai fragili.

Ma siamo pronti con il piano vaccinale, abbiamo in casa una milionata di dosi di vaccini. (veronaoggi.it)

La notizia riportata su altre testate

Passando al setaccio le chat gli investigatori della polizia postale e della Digos sono risaliti ad alcuni degli autori degli inquietanti messaggi. Vi sarebbero già alcuni nomi iscritti nel registro degli indagati. (Il Mattino di Padova)

I dati e le news sulla pandemia di coronavirus nella regione: da ieri altri 6 morti, tasso di positività 1,43&. Sono 618 i nuovi contagi di coronavirus in Veneto secondo i dati del bollettino di oggi, 10 settembre 2021, illustrati dal presidente della regione Luca Zaia (Adnkronos)

Non le ho cambiate, anche ieri sono stato per campi a passeggiare, ma non è vivere. Il governatore sarebbe stato preso di mira dagli odiatori per le posizioni a favore dei vaccini, e in generale per la lotta che il Veneto sta conducendo contro Covid-19. (La voce di Rovigo)

Coronavirus e terza dose, Zaia: «Pronti con un importante piano vaccinale»

Scarica il report del 10 settembre di Azienda Zero Per quanto riguarda la pressione ospedaliera, il tasso di occupazione in area non critica è al 3%, mentre in terapia intensiva è al 5% e vede ricoverati 351 pazienti, oltre a quelli covid. (VeronaSera)

VENETO DA ZONA BIANCA Rt 0.91 INCIDENZA 1,42 sono valori da zona bianca, occupazione in area medica 3% (sotto la soglia) e terapia intensiva 5% valore che non fa comunque disperare. NON SOTTOVALUTARE LE MINACCE NON E’ CRITICA POLITICA Il messaggio inviato al Governatore “Il traditore Luca Zaia e sua moglie sapevano del colpo di stato pandemico ad ottobre 2019. (Radio Più)

I ricoverati in area non critica sono 250 e nelle terapie intensive ci sono 58 pazienti Covid e 351 non Covid» Le prime cifre lette dal presidente Zaia sono state quelle del bollettino delle 8 di questa mattina: «Nelle ultime 24 ore sono risultati positivi 618 tamponi sui 43.300 effettuati, dunque l'incidenza giornaliera è stata dell'1,43%. (VeronaSera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr