Usa, corsa all’acquisto di pistole e fucili da banco: gli americani temono la vittoria di Biden

Usa, corsa all’acquisto di pistole e fucili da banco: gli americani temono la vittoria di Biden
La Stampa La Stampa (Esteri)

Il timore che il risultato delle urne possa portare al caos nel Paese sta spingendo molti cittadini Usa ad acquistare pistole e fucili.

Questo aspetto potrebbe portare voti in più all’area di Trump.

Da gennaio la performance è anche più impressionante: l'S&P è aumentato del 7,8% mentre Smith & Wesson del 135,4% e Storm Ruger del 51,1%.

Sturm Ruger è salita addirittura del 9,5%.

Anche per questo, gli esperti ritengono che i titoli di aziende come «Smith & Wesson» o «Sturm Ruger» saliranno ulteriormente in Borsa. (La Stampa)

Se ne è parlato anche su altri media

Se vinceranno i Democratici, questi elimineranno immediatamente la riforma fiscale di Trump, ritornando ai livelli di tassazione precedente. Con questo obiettivo, la Corporate America è disponibile a pagare più tasse, da recuperare con più crescita. (Gazzetta di Parma)

(Afp). Se verrà eletto Joe Biden, il candidato democratico alla Casa Bianca, ci saranno nuove misure di lockdown che renderanno Carson City "una città fantasma" e "il Natale sarà cancellato". "E' l'essere umano più noioso che abbia mai visto", ha proseguito Trump che ha attaccato ancora Biden e suo figlio Hunter, definendoli alla guida di "un'impresa criminale". (Adnkronos)

Trump gioca la carta dell'ottimismo: «Se vinco si torna alla vita normale»

Domenica 11 ottobre, lo stesso giorno in cui Trump annunciava di essere in ripresa, l’agricoltore è morto per arresto cardiaco. Nei mesi scorsi, l’uomo era stato ritratto durante la venerazione mattutina di una statua raffigurante il presidente degli Stati Uniti installata nel suo cortile. (L'HuffPost)

E’ ora di finirla!», la replica della politica democratica, contro cui Trump, sostenendo le proteste anti-lockdown, aveva già twittato in estate: ‘Liberate il Michigan!». E’ la promessa di Donald Trump che, a due settimane dal voto, per tentare la rimonta nei sondaggi gioca più che mai la carta dell’ottimismo. (Corriere del Ticino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr