Sei dosi di vaccino per errore, cosa potrebbe rischiare la ragazza?

Corriere della Sera ECONOMIA

«Sappiamo che già una dose di vaccino Pfizer fa produrre tanta proteina Spike, quindi in questo caso in teoria si moltiplica tutto per 6

Cosa può comportare l’eccesso di proteina Spike?

Che cosa potrebbe succedere alla 23enne che è stata vittima della vicenda, domenica mattina, all’ospedale NOA di Massa?

«Può verificarsi una eccessiva produzione di proteina Spike (quella che vogliamo indurre con il vaccino perché l’organismo sviluppi gli anticorpi). (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altri media

Inoltre effettuerà investimenti utili “al ricollocamento abitativo delle persone residenti nell’area perimetrata. (LaPresse) – La norma autorizzata una spesa di 100 milioni di euro da ripartirsi per tre anni nella misura di 75 milioni per l’anno 2021, 20 milioni di euro per l’anno 2002 e 5 milioni per l’anno 2023 con corrispondente riduzione del Fondo sviluppo e coesione programmazione 2021-2027 è di 150mila per ciascuno degli anni del triennio 2021-2023. (LaPresse)

(LaPresse) – “Per i vaccini Pfizer e Moderna l’idea di allungare” i tempi per la seconda dose “è derivata da studi scientifici che dicono che cambia poco fra 21 e 42 giorni. Non mi permetterei mai di tirare la giacca agli scienziati, è stata una decisione degli scienziati”. (LaPresse)

Oggi si è verificata una fuga di gas in Afo 4. La rilevante portata è testimoniata dal fatto che sono state allontanate centinaia di lavoratori, sia nel reparto interessato dalla fuga, che in quelli vicini. (Tarantini Time)

«I tempi nella ricerca non sono mai un dato certo – ha spiegato – l’ipotesi è che entro fine anno avremo finito gli studi e che il farmaco sarà disponibile a partire dal 2022» «Siamo alla prima fase della sperimentazione» Pfizer per la produzione di una pillola anti-Covid che dovrebbe riuscire a bloccare il virus. (il Fatto Nisseno)

Ha fatto una sottomissione alle autorità regolatorie per una prima somministrazione e per una seconda a 21 giorni: è quanto approvato da Fda, Ema e Aifa. "Pfizer - ha precisato - non ha mai fatto affermazioni su un range di seconda somministrazione più ampio. (Rai News)

Entro domenica 16 maggio, inoltre, saranno ultimati i lavori nei 20 nuovi centri vaccinali che la Protezione civile regionale ha allestito in Sicilia e che saranno aperti:. a Palermo città, a Bagheria, Cefalù e Misilmeri, nel Palermitano;. (il Fatto Nisseno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr