Agricoltore belga sposta per sbaglio il confine con la Francia: intralciava il percorso del trattore

Agricoltore belga sposta per sbaglio il confine con la Francia: intralciava il percorso del trattore
La Stampa ESTERI

«Ero felice, la mia città era diventata più grande», ha aggiunto il sindaco belga.

Anche due metri possono far la differenza e scatenare il fastidio della Francia, quando si tratta di confini.

Un agricoltore belga era a bordo del suo trattore, quando ha inavvertitamente ridisegnato il confine del Paese, spostandolo poco più in là perché la pietra che lo segnava stava intralciando il suo cammino.

«Ha reso il Belgio più grande e la Francia più piccola, non è una buona idea», ha detto al canale televisivo francese TF1 David Lavaux, sindaco del villaggio belga di Erquelinnes. (La Stampa)

Su altri giornali

Tuttavia, “se mostrerà buona volontà, non avrà problemi e risolveremo la faccenda amichevolmente”, ha concluso il primo cittadino Il contadino belga, spostando la pietra di 2 metri e 29 centimetri, “ha reso il Belgio più grande e la Francia più piccola”, ha detto David Lavaux, sindaco del villaggio belga di Erquelinnes, al canale televisivo francese Tf1. (AGI - Agenzia Italia)

Un contadino ha rimpicciolito la Francia

Le autorità locali hanno preso la faccenda sul ridere: «Ha reso il Belgio più grande e la Francia più piccola, non è una buona idea» ha scherzato David Lavaux, sindaco del villaggio belga di Erquelinnes. (Ticinonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr