Pil italiano batte Germania, Francia e media euro. Meglio solo la Spagna

Il Sole 24 ORE ECONOMIA

Nel secondo trimestre del 2021 l'Istat stima un aumento del 2,7% del 2,7% rispetto al trimestre precedente e del 17,3% in termini tendenziali rispetto allo stesso mese del 2020, quando crollò di più del 12%.

Chi va molto bene è la Spagna (che ha un'economia di circa la metà di quella italiana) cresciuta del 2,8% nel secondo trimestre rispetto ai tre mesi precedenti.

Bene la Spagna. Bene, ma senza strappi anche il Pil tedesco che cresce dell’1,5% rispetto al trimestre precedente. (Il Sole 24 ORE)

La notizia riportata su altre testate

Sempre secondo l’Istat, la crescita rispetto al secondo trimestre del 2020 è stata del 17,3%, in quanto il Paese ha vissuto per gran parte di quel periodo un lockdown nazionale. L’Istat ha inoltre diffuso il tasso di disoccupazione di giugno, che si attesta al 9,7%, in calo di 0,5 punti rispetto a maggio (Giornale Siracusa)

Vale 4,3 miliardi di contributo diretto all'economia (2017-2019), valore che rappresenta il totale speso in beni e servizi nel Paese, salari dei dipendenti italiani e tasse pagate allo Stato; lo 0,1% di contributo al Pil nel 2017, con un valore medio dello 0,09% nel periodo 2017-2019; 8.800 posti di lavoro, diretti e indiretti, in Italia nel 2019. (SassariNotizie.com)

In Nigeria contribuisce per lo 0,16% al Pil nazionale e in Indonesia, con i suoi progetti, ha contribuito per lo 0.02% al Pil nazionale Qualche esempio? (Adnkronos)

L’istituto ha anche rivisto la crescita del PIL del primo trimestre dallo 0,1% allo 0,2% rispetto allo stesso periodo del 2020 Il risultato è rispetto al trimestre precedente e conferma la ripresa dell’economia italiana dopo oltre un anno di misure restrittive per contenere la nuova pandemia di coronavirus. (Giornale Siracusa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr