Coronavirus in Lombardia, la terza ondata del virus non molla la presa: "Terapie intensive sotto pressione"

Coronavirus in Lombardia, la terza ondata del virus non molla la presa: Terapie intensive sotto pressione
La Repubblica INTERNO

I letti attivabili potrebbero essere anche 1.500, siamo oltre la metà, oltre la soglia d'allerta, e dobbiamo occuparci anche delle altre patologie".

La Lombardia come Veneto, Emilia Romagna e Piemonte, vede infatti i contagi scendere nettamente

Con i vaccini la situazione si normalizzerà, ma bisogna tenere duro ancora un poco là fuori, nella vita di tutti i giorni".

"Le terapie intensive si muovono poco in su o poco in giù, non stanno ancora calando, ma quello è il dato che cala per ultimo. (La Repubblica)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Nel Milanese 808 nuovi casi, 540 nel Varesotto Coronavirus, il bollettino di oggi 7 aprile in Lombardia: 109 morti e 2.569 nuovi casi. (La Repubblica)

Se un 80enne rifiuta il vaccino AstraZeneca lo mettiamo in coda. Il possibile rifiuto del vaccino AstraZeneca da parte di over 60 potrebbe costituire un problema per l'andamento della campagna vaccinale lombarda e non solo. (Fanpage.it)

In effetti chi ha provato a iscriversi stamattina, avendo meno di 75 anni, è riuscito senza nessun problema. Intanto continuano le prenotazioni di chi ha più di 75 anni, che riceveranno il siero per primi, appena finita la vaccinazione degli 80 enni che è al rush finale. (La Repubblica)

Ritorno a scuola in Lombardia con sorpresa, un attacco hacker manda in tilt i registri online. In classe torn…

Pochi e semplici passaggi nei quali si dovrà inserire il proprio numero di cellulare, sul quale ricevere la conferma, e sarà possibile scegliere data, ora e centro vaccinale. Fontana ha ribadito che non c'è stato «nessun ritardo» per le vaccinazioni degli over 80. (Brescia Oggi)

Il 27enne è stato trasportato al Cardarelli ed è in pericolo di vita Napoli, 8 apr. (LaPresse)

Non siamo in periodo di scrutini e consigli di classe, in quel caso il problema sarebbe stato grave. Intanto prosegue la mobilitazione per chiedere il rientro in classe di tutti gli studenti. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr