Bungee jumping, madre di tre bambini si schianta da 24 metri. "Una corda non era fissata"

QUOTIDIANO NAZIONALE ESTERI

Yevgenia lascia tre figli, tutti al di sotto dei 14 anni: uno non biologico, ma probabilmente adottato da un parente deceduto tempo prima.

Invece Yevgenia Leontyeva, 33enne madre di tre bambini, è morta dopo essere precipitata dal tetto di un hotel in Kazakistan: dalle prime verifiche, pare che una corda elastica non fosse stata messa in sicurezza.

Del video-prova rimangono impresse le urla dell'amica che avrebbe dovuto saltare dopo di lei e ha assistito alla tragica morte dall'alto. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Su altri giornali

Dramma in Kazakistan. Una madre di 33 anni è morta in Kazakistan. Nel video si nota un uomo che fissa le cinghie dell’imbracatura e un altro che, fuori dalla telecamera, dice: «Ti amo». (BlogSicilia.it)

A immortalare quanto accaduto un video, in cui si vede Yevgenia legata avanzare verso il bordo del tetto. La 33enne Yevgenia Leontyeva è morta mentre faceva bungee jumping. (Liberoquotidiano.it)

Una donna di 33 anni, mamma di tre figli tutti minorenni è morta durante un salto sportivo estremo "a volo libero con la corda". La donna si è schiantata sul terreno sottostante ed è stata trascinata per qualche metro prima di sbattere contro un muro. (Leggo.it)

La donna si è schiantata sul terreno sottostante ed è stata trascinata per qualche metro prima di sbattere contro un muro. Una donna di 33 anni, mamma di tre figli tutti minorenni è morta durante un salto sportivo estremo "a volo libero con la corda". (ilmessaggero.it)

La scena tragica è avvenuta davanti agli occhi dei tre figli della donna e di altri amici. Pochi passi sul cornicione del tetto di un hotel a Karaganda, in Kazakistan, poi un balzo nel vuoto e la morte (Fanpage.it)

La donna si è schiantata sul terreno sottostante ed è stata trascinata per qualche metro prima di sbattere contro un muro. Una donna di 33 anni, mamma di tre figli tutti minorenni è morta durante un salto sportivo estremo "a volo libero con la corda". (leggo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr