Molotov su centro vaccinale, Bassetti: “I no-vax violenti siano considerati terroristi”

Molotov su centro vaccinale, Bassetti: “I no-vax violenti siano considerati terroristi”
IVG.it INTERNO

Chi insulta e minaccia di morte chi è dalla parte dei vaccini deve essere perseguito dalla legge e punito duramente.

“Chi compie atti intimidatori e violenti deve essere considerato un terrorista.

Questa gente va trattata come abbiamo trattato negli anni Settanta i terroristi

“Oggi abbiamo dei movimenti No Vax che bruciano la porta dell’Istituto superiore di sanità o mettono una bomba in un centro vaccinale. (IVG.it)

La notizia riportata su altre testate

"Ha fatto bene l’Italia a seguire quello che dice l’Ema, i benefici del vaccino AstraZeneca superano ampiamente i rischi. "I dati relativi alla trombosi in chi è vaccinato" contro il Covid "sono esattamente uguali a quelli per la popolazione non vaccinata". (Adnkronos)

“Chi insulta e minaccia di morte chi è dalla parte dei vaccini deve essere perseguito dalla legge e punito duramente. “Chi compie atti intimidatori e violenti deve essere considerato un terrorista”, ha detto commentando l’episodio avvenuto sabato mattina: alcune motolov sono state lanciate a Brescia contro una tensostruttura dove venivano effettuate vaccinazioni. (Genova24.it)

Oggi siamo in guerra ed essere contro i vaccini è essere contro lo Stato" Matteo Bassetti a muso duro contro i No Vax. (Today.it)

Bassetti: "Condanne esemplari per le minacce dei no vax. La politica prenda posizione chiara e netta"

Chi compie atti intimidatori e violenti deve essere considerato un terrorista "Il Johnson&Johnson sarà il vaccino perfetto per le persone più giovani nella fascia tra i 30-65 anni. (La Repubblica)

Credo che con il vaccino anti Covid succederà quello che accade con il vaccino per l’influenza, ne va fatto uno ogni anno. Per la variante brasiliana e quella sudafricana, il vaccino potrebbe funzionare meno. (Open)

“Chi insulta e minaccia di morte chi è dalla parte dei vaccini deve essere perseguito dalla legge e punito duramente. Ci vogliono condanne esemplari per far capire che non si scherza su questo tema. (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr