Vaccini: usato 54% dosi Astrazeneca, 50% Moderna, 96% Pfizer

Vaccini: usato 54% dosi Astrazeneca, 50% Moderna, 96% Pfizer
Rai News SALUTE

Sempre al 31 marzo risultavano somministrate 1.913.706 dosi di Astrazeneca, secondo il Ministero della Salute, su 2.752.400 consegnate, quasi il 70%.

In seguito ne è arrivato un altro milione.Nello stesso giorno risultavano somministrate 527.102 dosi di Moderna, oltre il 65%% di quelle consegnate, prima di una nuova consegna di 500 mila dosi.

La scheda ​Vaccini: usato 54% dosi Astrazeneca, 50% Moderna, 96% Pfizer A livello nazionale somministrato l'80% dei farmaci consegnati. (Rai News)

Su altre fonti

In ogni caso, non una buona notizia perche il rifiuto di vaccinarsi con le alternative di Pfizer rallenta inevitabilmente la campagna vaccinale. 06 aprile 2021 a. a. a. Nell'Europa del caos vaccini brilla il caso Francia: dopo la diffidenza per l'anglo-svedese AstraZeneca, spopolano i "no" anche al siero dell'americana Moderna. (Liberoquotidiano.it)

I primi ad essere contattati sono stati i pazienti onco-ematologici e subito dopo i pazienti in cura nell'unità operativa di oncologia medica. Proseguono le vaccinazioni dei fragili: è in corso la vaccinazione dei pazienti oncologici nel punto Dea del Fazzi di Lecce e nell'Ospedale di Gallipoli. (AndriaViva)

In seguito sono arrivate altre 1,3 milioni di dosi del preparato anglo-svedese, un milione di dosi di Pfizer e 500mila di vaccino Moderna. Pfizer ha invece una percentuale di somministrazione del 96%, (8.375.625 di dosi su 8.709.480 consegnate). (Sky Tg24 )

Vaccini: usato 54% dosi di AstraZeneca, 50% Moderna e 96% Pfizer

Solo il 54% delle dosi di AstraZeneca (2.218.038 su 4.098.800 consegnate) è stato somministrato in Italia, il resto è rimasto nei frigoriferi. Sempre al 31 marzo risultavano somministrate 1.913.706 dosi di AstraZeneca, secondo il ministero della Salute, su 2.752.400 consegnate, quasi il 70%. (leggo.it)

Una percentuale alta, se si considera che per Pfizer le dosi somministrate sono l’85,4% e che per Moderna si è somministrato il 50,3% dei vaccini, ma in questo ultimo caso la metà è bloccata per i richiami perché non si sa quando ci saranno le prossime consegne. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr