Carte di credito e bancomat: costi più bassi con le banche online

Il Sole 24 ORE ECONOMIA

Se usiamo una carta di credito le commissioni sono identiche a quelle applicate al prelievo ATM della nostra stessa banca (4% banche tradizionali e 3,8% banche online)

Loading. Banche online: commissioni più basse. I dati dello studio sono stati ricavati dall'analisi dei fogli informativi delle carte (di debito o credito) dei principali conti correnti o carte con IBAN.

Per i titolari di carta di debito il prelievo è sempre gratuito, sia nelle banche tradizionali che in quelle telematiche. (Il Sole 24 ORE)

Su altre fonti

Conto corrente inattivi e la riduzione degli sportelli ATM. La lenta fine dell’uso del contante è segnalato anche dalla graduale riduzione degli sportelli ATM in Italia. La scure sui conto corrente inattivi rientra in una più ampia strategia che posa su due presupposti. (The Wam.net)

Negli istituti virtuali si spende la metà per prelievi e carte di credito (la Repubblica)

LEGGI ANCHE > > > I ladri non rapinano più le banche: ora cercano i Gratta e Vinci. A causa del Covid abbiamo dovuto cambiare molte nostre abitudini al fine di contrastarne la diffusione. (ContoCorrenteOnline.it)

Conto corrente ING: cosa cambia dal 1°luglio. Naturalmente il cambio di passo proclamato da ING non poteva ritorcersi contro i correntisti. Conto corrente: arriva il pagamento dell’imposta di bollo. (ROMA on line)

LEGGI ANCHE > > > Bancomat: in arrivo l’applicazione “trova la commissione più bassa”. Bancomat in chiusura, le zone d’Italia più interessate. A voler tracciare un quadro della situazione complessiva del nostro Paese, le zone interessate dalla chiusura di bancomat e filiali sono parecchie. (ContoCorrenteOnline.it)

Allora attenzione: dal prossimo mese faticherai a trovare uno sportello bancomat. Se siete clienti del gruppo bancario olandese Ing, è il caso che vi organizziate. Ma la sensazione è che molti di questi clienti emigreranno direttamente in un’altra società le cui filiali non mancano nella propria zona (Consumatore.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr