Torino, Cairo: "Belotti alla Juventus? Non scherziamo mai nella vita"

Torino, Cairo: Belotti alla Juventus? Non scherziamo mai nella vita
TUTTO mercato WEB SPORT

E, anche qualora me lo chiedessero, mai nella vita

Torino, Cairo: "Belotti alla Juventus?

Non ho avuto alcun approccio con la Juventus a questo proposito.

Non scherziamo mai nella vita". vedi letture. C'è anche la Juventus sulle tracce di Andrea Belotti, attaccante del Torino corteggiato da diversi club.

Un'idea quella dei bianconeri alla quale il presidente Urbano Cairo, contattato da Tuttosport, non intende dare seguito: "La Juventus su Belotti?

(TUTTO mercato WEB)

Su altri media

E proprio Dzeko è tra i nomi preferiti di Max Allegri per rinforzare il reparto offensivo, nonché tra i favoriti insieme con Milik. Uno scenario che però il patron del Torino Urbano Cairo non vuole prendere in considerazione: le pretese economiche per il suo bomber sono drasticamente calate rispetto al passato, ma vorrebbe assolutamente evitare la "beffa Juventus" (Fantacalcio ®)

Non solo Belotti tra i nomi valutati. In casa Juve hanno una sola certezza: che la rosa necessita di un ulteriore innesto di pregio in avanti. E’ questa l’incredibile, stupefacente e sensazionale bomba di mercato riportata oggi dal quotidiano sportivo Tuttosport. (SuperNews)

E, anche qualora me lo chiedessero, mai nella vita. Belotti sembra, al momento, più vicino alla Roma, da cui è in uscita quell'Edin Dzeko che piace tanto a Cherubini e Allegri (ilBianconero)

Chieti, fabbrica armi e bombe in casa: fermato 46enne di Lanciano

La Juventus mette Andrea Belotti nella lista di attaccanti che sta valutando per il mercato. Non ho avuto alcun approccio dalla Juventus a questo proposito, e anche qualora me lo chiedessero, mai nella vita. (ForzaRoma.info)

Le indagini della procura di Lanciano. Le indagini, coordinate dalla procura di Lanciano e dalla direzione centrale della polizia di prevenzione, oltre al sequestro di numerose armi tra cui un lanciafiamme artigianale, proiettili, detonatori, bottiglie molotov, polvere da sparo e congegni esplodenti, hanno consentito di accertare che l’uomo, nel fabbricare armi e congegni, azionabili anche a distanza, li pubblicizzava le modalità di preparazione, d’uso e commercializzazione postando, sia su propri account riservati che su vari social network, dei video tutorial visualizzati da migliaia di utenti con i quali colloquiava con post didattici. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr