Digitare il PIN del bancomat: le abitudini che fanno partire i controlli del Fisco

iLoveTrading ECONOMIA

Il contante è nel mirino del Governo e di conseguenza anche il bancomat lo è.

Il Governo Draghi vuole a tutti i costi limitare l’uso del contante perché soltanto facendo così si può circoscrivere il grave fenomeno dell’evasione fiscale.

Cosa evitare all’ATM. Al contrario anche prelievi troppo frequenti che possano denotare un tenore di vita troppo alto rispetto a quanto dichiarato nella dichiarazione dei redditi, potrebbero essere facilmente attenzionati dal Fisco

I controlli sul bancomat. (iLoveTrading)

Ne parlano anche altre testate

Contemporaneamente il Fisco stringe la morsa sui contribuenti in relazione ai movimenti bancari, trasferimento di denaro e, ora, anche sui prelievi al Bancomat. Il monitoraggio degli sportelli ATM è l’ultima spinta decisa dal Fisco contro l’evasione fiscale e il riciclaggio di denaro. (InformazioneOggi.it)

Un processo che sembra destinato a non arrestarsi, tanto da parlare di una vera e propria rivoluzione in atto. Se tutto questo non bastasse ha deciso di chiudere numerosi sportelli bancomat presenti sul territorio. (ContoCorrenteOnline.it)

Secondo quanto riportato però l’azione di prelevare dei contanti dai classici sportelli ATM potrebbe diventare sempre meno frequente in futuro. L’intento di tutti sarà comunque quello di adattarsi ad una società che potrà fare ugualmente a meno del denaro contante, evitando molto spesso anche diversi impicci (TecnoAndroid.it)

Alcune novità sulle commissioni da applicare ai prelievi con il bancomat potrebbero pesare ulteriormente sui risparmi di molti correntisti. Occhio alle commissioni sui prelievi con il Bancomat in quanto la beffa è dietro l’angolo. (ContoCorrenteOnline.it)

Il Consiglio dei Ministri ha dato il secondo via libera al decreto per velocizzare la realizzazione del Pnrr. Tra queste modifiche c’è anche la comunicazione all’Agenzia delle Entrate, da parte degli intermediari, dei dati sui pagamenti elettronici. (Investire sul web)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr