Eclissi solare del 10 giugno, sarà parzialmente visibile dall'Italia

HDblog SCIENZA E TECNOLOGIA

Ma nemmeno tutte le regioni ne saranno interessate, infatti, solamente il centro-nord (indicativamente fino alla Toscana) sperimenterà l'oscuramento parziale.

Non ci troveremo infatti nella fase di apogeo, poiché questa avverrà due giorni prima, l'8 giugno.

Da un punto di vista visivo, mentre questo passaggio si verificherà una macchia di oscurità si diffonderà nelle aree interessate.

Purtroppo il nostro paese non ne potrà godere, poiché l'anello di fuoco sarà visibile solamente in una fascia ristretta di paesi come Canada, Groenlandia e Russia (HDblog)

La notizia riportata su altri media

A renderlo noto, attraverso un post sulla propria pagina Facebook, è Target Turismo Cremona che, ancora una volta, sottolinea l’unicità e il valore del Torrazzo cremonese (Cremonaoggi)

E’ una piccola eclissi parziale ma la prossima sarà solo nel 2026 L’ultima eclisse totale osservata da Ravenna risale al 1961 e la prossima che toccherà altre zone d’Italia sarà nel 2081. (ravennanotizie.it)

L'eclissi di oggi "dall'Italia sarà visibile solo come parziale, di entità davvero modesta", osserva l'astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope Project. "È importante ricordare - sottolinea Masi - che la visione del Sole senza protezioni appositamente realizzate è pericolosa e rischia di procurare danni permanenti alla vista". (Giornale di Sicilia)

Le più importanti, tali da oscurare il sole anche in Italia, saranno ad agosto 2026 e poi ad agosto 2027. L’eclissi sarà totale, del 100%, su Gibilterra, Algeria, Tunisia, sul Canale di Sicilia, sulle coste libiche, in Egitto e Arabia Saudita (Meteo Web)

Scopriamo dove e a che ora l’eclissi solare di oggi, 10 giugno, potrà essere osservata in Italia: ecco cosa sapere. Il miglior modo per poterla ammirare sarebbe quella di recarsi nell’Artico, tuttavia potrà essere osservata bene anche dagli Stati Uniti, dal Canada, in alcuni Paesi dell’Europa e in generale in gran parte dell’emisfero nord terrestre. (Ck12 Giornale)

Questo tipo di eclissi capitano un paio di volte l'anno mentre sono decisamente più rare le eclissi di Sole totali, che hanno una frequenza di circa un anno e mezzo tra l'una e l'altra Nel caso dell'eclissi di Sole anulare il disco lunare non riesce a coprire del tutto il Sole lasciando liberi i margini della stella e dando vita allo spettacolare anello di fuoco. (Tuttosport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr