COMMISSIONE BILANCIO CAMERA APPROVA SOSTEGNI ANCHE ALLE ATTIVITA' ALBERGHIERE E PARALBERGHIERE PRIVE DI PARTITE IVA

LatinaQuotidiano.it ECONOMIA

“Ci sono voluti mesi di lotte ma finalmente oggi in Commissione bilancio alla Camera è stato approvato il mio emendamento che garantisce i contributi anche a tali attività appunto, iscritte negli uffici di commercio dei Comuni dove esercitano”, lo annuncia fiero Raffaele Trano di Alternativa c’è.

“Trovo vergognoso che sinora le attività alberghiere e paralberghiere prive di partite Iva siano state completamente dimenticate e anche se la battaglia è stata dura sono soddisfatto di essere alla fine riuscito a far prevedere ristori anche per loro” ha poi conluso Trano

Un contributo destinato infine a chi ha avuto ricavi inferiori ai 10mila euro. (LatinaQuotidiano.it)

Su altri giornali

Questi andranno a favore degli operatori economici duramente colpiti dall’emergenza Covid-19, che hanno già beneficiato del contributo previsto dal primo decreto Sostegni. Il decreto sostegni bis automatici ha disposto i pagamenti per 1,8 milioni di partite Iva. (Thesocialpost.it)

Viene creato un fondo da 100 milioni per la ristorazione collettiva, altri 50 milioni andranno al settore fiere e 60 milioni al Terzo settore Contributi e incentivi. (Velvet Mag)

È necessario che chi ha un’attività diventi a pieno titolo classe dirigente del nostro territorio, apportando un contributo fondamentale al raggiungimento del bene comune. Non è più sufficiente come imprenditore, artigiano, commerciante o professionista occuparsi soltanto della propria attività ignorando il contesto sociale in cui si opera. (Il Fatto di Calabria)

La parola finale rispetto all’effettiva attuazione della riforma fiscale spetta al Governo, chiamato a pronunciarsi entro il 31 luglio 2021. L’attuale soglia dei 65mila euro di guadagni e ricavi potrebbe infatti essere un limite allo sviluppo delle imprese italiane (Toscana News)

Le domande possono essere inoltrate fino al 30 settembre tramite il portale www. Sono complessivamente 3.081 le domande presentate ad oggi per la richiesta del Bonus per i titolari di Partita Iva, previsto dalla legge regionale n. (Valledaostaglocal.it)

Di queste sono state convalidate 2.764, per un totale di contributi richiesti che ammonta a 25.106.600 di euro. Sono complessivamente 3.081 le domande presentate a oggi per la richiesta del Bonus per i titolari di Partita Iva, previsto dalla legge regionale in materia di misure anti-crisi. (gazzettamatin.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr