Regina Coeli, Papa Francesco: cosa significa “rimanere” sempre in Gesù

Regina Coeli, Papa Francesco: cosa significa “rimanere” sempre in Gesù
La Luce di Maria ESTERI

Le parole di Papa Francesco dal balcone di Piazza San Pietro ci ricordano una verità fondamentale di cui spesso si rischia di fare a meno.

Papa Francesco ha infatti sottolineato, in Piazza San Pietro davanti ai fedeli accorsi ad ascoltarlo, che il rimanere in Gesù “non è un rimanere passivo, un ‘addormentarsi’ nel Signore, lasciandosi cullare dalla vita”.

I cristiani sono chiamati a rimanere in Gesù in modo attivo e reciproco. (La Luce di Maria)

Su altri media

Con Lui, possiamo tutto. L’osservanza dei comandamenti o le opere di misericordia – continua il Papa – vengono dopo; prima di tutto è necessario essere uniti al Signore, rimanere in Lui. “Rimanete in me e io in voi”, dice il Signore e il Papa lo ricorda, nella catechesi che precede il Regina Coeli, recitato dalla finestra del suo studio nel Palazzo Apostolico. (Papaboys 3.0)

Pensando, agendo, vedendo il mondo e le cose “con gli occhi di Gesù”, si arriva ad amare il prossimo, soprattutto il più povero e sofferente, portando nel mondo “frutti di bontà, frutti di carità, frutti di pace” Non possiamo essere buoni cristiani se non rimaniamo in Gesù. (Vatican News)

Papa Francesco: “con Gesù possiamo tutto”/ “Rimanere con Lui: è un bisogno reciproco”

Il rimanere in Lui, il rimanere in Gesù che Lui ci propone è un rimanere attivo, e anche reciproco. «Rimanete in me e io in voi»: lo dice Gesù ai discepoli più volte nel Vangelo per “convincerli” dell’assoluto reciproco bisogno di rapporto tra Dio e i suoi figli. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr