Alex Sandro flop, Morata troppo solo. Bernardeschi il migliore. L’analisi di Inter-Juventus

Alex Sandro flop, Morata troppo solo. Bernardeschi il migliore. L’analisi di Inter-Juventus
Torino Top News SPORT

Kulusewski segue Brozovic, il “cervello” dell’Inter. Juventus senza idee e troppo speculativa, L’Inter non trova il colpo del k.o.

Sono queste le caratteristiche che fanno dei nerazzurri la squadra più forte del campionato e la candidata numero uno alla vittoria finale.

Alex Sandro e Rabiot hanno quindi un ruolo cruciale nell’idea tattica di Allegri.

I bianconeri continuano a essere troppo attendisti, e anche dopo la riconquista del possesso non danno mai la sensazione di rendersi pericolosi. (Torino Top News)

Su altri media

S. Inzaghi. JUVENTUS (4-4-2): Perin; De Sciglio, Rugani, Chiellini, Alex Sandro; Bernardeschi, McKennie, Locatelli, Rabiot; Kulusevski, Morata (CalcioMercato.it)

Dopo lo scudetto dello scorso maggio, è arrivato anche il secondo trofeo dell’era Zhang in nerazzurro. “È una vittoria che ci dà molta speranza, molta energia per il futuro ed è grazie al nostro lavoro fatto da noi in questi sei anni insieme” (Calcio In Pillole)

Inter: Inzaghi nel postpartita, arriva l’annuncio. Inzaghi ha parlato ai microfoni Sport Mediaset dopo la vittoria in Supercoppa contro la Juventus. Sono molto contento e soddisfatto di aver vinto il primo trofeo della stagione sotto ai nostri tifosi. (Stop and Goal)

Supercoppa Italiana, la cronaca di Inter-Juventus 2-1

E il primo trofeo di Simone Inzaghi da allenatore dell’Inter ha il sapore dolce. Il secondo lo concederà Steven Zhang, anche se a rivelarlo è stato un Simone Inzaghi praticamente afono dopo il successo. (TUTTO mercato WEB)

E non è un caso che tutti i fedelissimi siano scesi in campo in Inter-Juventus di Supercoppa Italiana. Insieme al dodicesimo Andrei Radu, a fare compagnia a Simone Inzaghi fino al 121′ sono tre difensori e tre centrocampisti. (Inter-News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr