Con il mio Spid ottengo i tuoi dati: so dove abiti e con chi. E non solo

Con il mio Spid ottengo i tuoi dati: so dove abiti e con chi. E non solo
Il Sole 24 ORE INTERNO

Alcuni responsabili della protezione dati (i Dpo) dei Comuni qualche domanda se la stanno ponendo.

Non è necessario che la persona di cui si chiede il certificato o colui che lo richiede siano residenti nel Comune interrogato online.

Perché ferma restando l’utilità del servizio e la ratio della norma dell’89, ora lo scenario è completamente mutato

L’unico vincolo è che quello di residenza della persona di cui si chiede il certificato sia collegato all’Anpr. (Il Sole 24 ORE)

Se ne è parlato anche su altre testate

Tra questi servizi c'è il portale Sigi (Sistema Integrativo Informatico Geografico), che offre ai professionisti dell'edilizia privata la possibilità di effettuare ricerche di pratiche edilizie, richieste di accesso agli atti, pagamenti e di scaricare i file digitalizzati senza recarsi agli sportelli. (VeronaSera)

Lo Spid è un’arma a doppio taglio: ecco cosa è possibile fare

Il punto è che, accedendo con la propria identità digitale ai servizi anagrafici di alcuni Comuni, diventa poi possibile richiedere certificati di altre persone. Il rischio è, come in molti capiranno, legati al fatto che i dati personali e sensibili possono fare gola a molti (ContoCorrenteOnline.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr