Covid: solo in Italia si muore ancora tanto, e la colpa va divisa a metà

Covid: solo in Italia si muore ancora tanto, e la colpa va divisa a metà
RagusaNews SALUTE

Secondo l’Istituto per gli studi di politica internazionale (Ispi) già a metà febbraio Berlino e Parigi avevano garantito la prima dose al 20% degli over 80, mentre la penisola non superava ancora il 6% e aveva ancora gran parte della “prima linea” sanitaria da vaccinare.

Ragusa - Nelle ultime settimane le grandi nazioni, paragonabili alla nostra per dimensioni e quantità di vaccini ricevuti, hanno visto diminuire i caduti sul fronte Covid molto più rapidamente mentre noi segniamo ancora centinaia di vittime al giorno. (RagusaNews)

Su altri giornali

Un'immagine residuale, si dirà, eredità del sistema di prenotazione di Aria che, ormai, è in via di completa dismissione. Alla Fabbrica del Vapore, mercoledì 7 aprile, erano attese circa 1.500 persone, tutti ultra 80enni ancora da vaccinare. (MilanoToday.it)

Vaccini in azienda, c’è il via libera di Inail: quale sarà il protocollo da seguire

La somministrazione del vaccino è riservata a operatori sanitari e dovrà essere eseguita in locali idonei. I costi saranno interamente a carico del datore di lavoro, eccetto quello dei vaccini e dei dispositivi per la somministrazione. (Corriere TV)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr