Bologna, terminato il bomba day: evacuate quasi 6mila persone

Corriere della Sera INTERNO

L’ordigno, una bomba d’aereo MOD.AN-M64 del peso di circa 500 libbre (circa 226 chili) di fabbricazione statunitense, era stata rinvenuta in pessime condizioni di conservazione ma ancora attiva in un cantiere edile.

Le operazioni, dirette e coordinate dalla Prefettura di Bologna, sono state complesse e delicate e si sono svolte in tre fasi: durante la prima è stata costruita sul luogo di rinvenimento, attorno alla bomba, una struttura temporanea di protezione per la mitigazione degli effetti dovuti ad una esplosione accidentale, nella seconda fase si è provveduto alla neutralizzazione dell’ordigno tramite la rimozione dei sistemi di innesco, nella terza fase infine, nella giornata di lunedì, in un’area opportunamente condizionata la bomba d’aereo sarà fatta brillare. (Corriere della Sera)

Su altri giornali

Nella serata di venerdì 4 giugno, attorno alle 21, su segnalazione di alcuni passanti e turisti, la Capitaneria di Porto, alla guida del comandante Raimondo Porcelli, è intervenuta nella zona di Riviera, vicino alla foce, dove è stato ritrovato un ordigno bellico risalente alla Seconda guerra mondiale. (Il Piccolo)

L'ordigno è stato fatto brillare in un campo nei pressi della Consolare per San Marino. DI REPERTORIO (RiminiToday)

Il frammento di colpo d’artiglieria, risalente alla Seconda guerra mondiale, è stato trovato questa mattina, sabato 5 giugno, sui binari del tram sul ponte di corso Sommeiller, angolo corso Turati, a Torino. (Corriere della Sera)

Bomba day, Casalecchio evacuata: 5.500 persone fuori casa

Un ordigno, probabilmente risalente alla seconda guerra mondiale, è stato trovato questa mattina, intorno alle 10, nella zona di corso Sommelier, all’angolo con corso Turati. Gli agenti hanno chiuso al traffico la zona, bloccando il passaggio delle auto e anche del tram, della linea 16, il cui percorso è stato deviato. (La Stampa)

. L’ipotesi è che qualcuno abbia trovato il piccolo ordigno durante uno scavo e l’abbia abbandonato vicino al cassonetto, non rendendosi conto del rischio in cui stava incorrendo (News Rimini)

Le operazioni sono iniziate questa mattina alle 6 e alle 9 risultavano già evacuati oltre 5.500. cittadini che si trovavano all'interno della zona considerata di pericolo. Al lavoro oltre 450 volontari e forze dell'ordine. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr