Ex Ilva, protesta a Bari davanti sede regione Puglia

La Gazzetta del Mezzogiorno ECONOMIA

«Siamo stanchi - dicono i lavoratori - ci avete tolto tutto e ci avete solo illuso con le promesse».

Del resto stiamo chiedendo di fare a Taranto quel che a Genova, dove i lavoratori operano a servizio dei comuni di residenza, si fa già da molti anni.

Questo dovrebbe quindi essere garantito anche qui in Puglia».

Finora gli unici corsi di formazione legati alle bonifiche sono quelli di Fondimprese

Secondo l’Unione sindacale di base, i corsi di formazione sono «preziosi strumenti da sfruttare assolutamente per dare a questa fetta di lavoratori un’opportunità dal punto di vista professionale, ma anche sociale. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

La notizia riportata su altri media

L’Italia, invece, attende di veder ripartire gli impianti tarantini anche se il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, ha dichiarato che nel primo trimestre 2021 pure Taranto ha generato utili. (Il Sole 24 ORE)

Non si tratta di individuare un bacino di lavoratori, perché già esiste ed è costituito dagli ex Ilva in As,che continuano ad essere lavoratori in amministrazione straordinaria, destinati al reinserimento in fabbrica probabilmente dal 2023, e in più potranno usufruire dei LPU, in un perimetro più ampio rispetto a quello realizzato a Genova (Tarantini Time)

In concomitanza con la convocazione dell’incontro al Mise sul dossier ex Ilva, fissato per la giornata del 14 maggio, Fiom e Uilm di Taranto hanno proclamato due ore di sciopero dei lavoratori dello stabilimento siderurgico (ora Acciaierie d’Italia), dalle ore 14 alle 16, e un presidio nei pressi del Ministero a Roma. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

L'ex Ilva, poi ArcelorMittal, cambia ufficialmente denominazione con l'ingresso di Invitalia nel capitale sociale e diventa Acciaierie d'Italia. (IL GIORNO)

«Noi sentiamo parlare della possibilità di un ulteriore rinvio e crediamo che questo stato d’incertezza non faccia bene a nessuno Noi pensiamo che i temi della salute, dell’ambiente e della produzione debbano andare di pari passo. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Per quel che concerne invece l’apertura delle valvole, è stata realizzata una passerella aggiuntiva che comunque non risolve il problema». L’Usb di Taranto ha depositato un esposto in Procura per segnalare problematiche si sicurezza nell’area Agglomerato nello stabilimento siderurgico Acciaierie d’Italia (ex Ilva). (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr