Beffa sul blocco sfratti. Governo pone il veto sull'accordo di revoca

Beffa sul blocco sfratti. Governo pone il veto sull'accordo di revoca
ilGiornale.it INTERNO

L’emendamento prevede che dal primo aprile ripartirebbe il rilascio degli immobili per i quali la morosità dell’inquilino era stata convalidata prima della crisi pandemica.

Per le altre case o negozi il blocco resterà in vigore fino a giugno.

Un modo per evitare gli sfratti per quei commercianti i quali sono nelle condizioni di non poter pagare l'affitto.

Oggi, all’ultimo secondo, il Governo ha posto il veto su questo accordo e ha chiesto al Parlamento di soprassedere

A più riprese le associazioni di categoria, Confedilizia in testa e ilGiornale. (ilGiornale.it)

La notizia riportata su altri giornali

E per il mercato dell'energia, viene rinviata ancora di un anno la completa liberalizzazione dei contratti di fornitura elettrica. In pratica, l’obbligo di sottoscrivere un nuovo contratto per la fornitura di elettricità slitta al primo gennaio del 2023 (la Repubblica)

Arrivano sei mesi in più per utilizzare il bonus vacanze: le commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera hanno approvato l'emendamento a firma Bonomo (Pd) al decreto Milleproroghe che sposta la scadenza per "spendere" il bonus dal 30 giugno al 31 dicembre di quest'anno. (Il Messaggero)

In concreto, per richiedere, ottenere e spendere il bonus vacanze quest’anno varranno le stesse regole fissate con il Dl Rilancio, decreto di approvazione dell’agevolazione. Stando a quanto stabilito dal legislatore, possono ottenere il bonus vacanze i nuclei familiari con Isee fino a 40.000 euro. (Il Giornale di Vicenza)

Milleproroghe, emendamenti al voto in commissione. Niente modifiche su blocco degli sfratti per evitare…

Soprattutto perché il nuovo governo deve fare i conti con tempi strettissimi. Il tutto perché l’importo del bonus viene modulato in base alla numerosità del nucleo familiare: 500 euro per nucleo composto da tre o più persone, 300 euro da due persone, 150 euro da una persona. (Il Mattino)

La questione, che era già stata aperta nello scorso mese di novembre, torna attuale visto il passaggio della legge di conversione del decreto Milleproroghe alla Camera. La questione torna di attualità proprio durante il percorso di conversione del decreto Milleproroghe, che deve concludersi entro il 1° marzo 2021. (Informazione Fiscale)

Ma il presidente della commissione Bilancio e relatore del provvedimento Fabio Melilli (Pd) ha deciso di procedere con i lavori come chiedevano anche gli altri gruppi. Niente modifiche sul blocco degli sfratti con il decreto Milleproroghe, prima prova parlamentare per la nuova maggioranza. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr