Fisco, MEF: ipotesi di accorpamento Ag.Riscossione in Ag.Entrate

QuiFinanza ECONOMIA

L’incorporazione porterebbe all’eliminazione della duplicazione di organi collegiali (comitati di gestione e collegi dei revisori dei conti), lasciando solo quelli dell’Agenzia delle Entrate.

Anche il contenzioso “ne risulterebbe semplificato giacché il contribuente che riceverà una cartella non sarà costretto a chiamare in giudizio sia AdE sia AdER”.

L’accorpamento permetterebbe inoltre di assumere come obiettivi direttamente dell’Agenzia delle Entrate quelli della riscossione, che meglio rispecchiano l’effettivo conseguimento dello scopo fondamentale dell’ amministrazione fiscale, e quindi l’efficacia e l’efficienza della gestione dell’Agenzia”. (QuiFinanza)

La notizia riportata su altri giornali

4 ' di lettura. Condono cartelle esattoriali: primo passo il 20 agosto. Sui tempi ormai ci siamo: non oltre il 20 agosto l’Agenzia della Riscossione dovrà inviare alle Entrate l’elenco dei codici fiscali dei contribuenti potenzialmente interessati dal condono cartelle esattoriali. (The Wam.net)

Fabio Protasoni (PCP) evidenzia come «a livello nazionale ci sono crediti non esigibili per oltre 20 miliardi di euro – attacca -. «Chiediamo – ha concluso – di provvedere alla riscossione coattiva e di mettere mano a metodi più persuasivi, istituendo un ufficio unico delle entrate». (gazzettamatin.com)

Contrasto che sarà sempre più digitalizzato e orientato alla analisi dei dati che alimentano le banche dati fiscali per cui si punta all'interoperabilità. Sono questi alcuni elementi che possono trarsi dall'atto di indirizzo predisposto dal ministero dell'economia per la politica fiscale nel triennio 2021-20231. (Italia Oggi)

Le risorse che dovrebbero finanziarla verranno prese dai soldi recuperati dall’evasione. Tra gli obiettivi del prossimo triennio, in ogni caso, c’è la riforma fiscale, e come dicevamo gli scopi sono due:. (I-Dome.com)

4 ' di lettura. Cartelle esattoriali, il governo ha deciso di adottare la linea dura contro i morosi cronici, quelli che dopo aver ottenuto la rateizzazione del debito continuano a saltare le rate. Altre cartelle esattoriali, quelle che risalgono al periodo 2000/2010 sono state azzerate, ma solo per chi ha un reddito inferiore a 30.000 euro, e per le cartelle esattoriali che sono inferiori a 5. (The Wam.net)

Italia Agenzia delle Entrate. Cartelle esattoriali, rottamazione ter e saldo e stralcio: rate da settembre Cartelle esattoriali, rottamazione ter e saldo e stralcio: rate da settembre. Stop delle cartelle ad agosto mentre le rate della rottamazione e del saldo e stralcio non pagate nel 2020 ripartiranno in agosto ma a rate: cioè si pagheranno entro il 31 luglio 2021 le rate scadute il 28 febbraio 2020 (rottamazione-ter) e 31 marzo 2020 (saldo e stralcio). (Quotidianodiragusa.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr