SuperEnalotto, centrato in Calabria un “5” da 132mila euro

SuperEnalotto, centrato in Calabria un “5” da 132mila euro
Soverato Web CULTURA E SPETTACOLO

Nell’ultimo concorso SuperEnalotto SuperStar ha assegnato ben 293.317 vincite.

Si nasconde ancora il “6” nell’estrazione del SuperEnalotto di lunedì 10 gennaio, con il Jackpot che arriva a 138,2 milioni di euro in palio per il prossimo concorso di martedì 11 gennaio.

Sono state 125 le vincite milionarie con punti 6 realizzate dalla nascita del SuperEnalotto ad oggi

L’ultimo “6”, da oltre 156 milioni di euro, è stato centrato il 22 maggio 2021 a Montappone (FM). (Soverato Web)

Ne parlano anche altri media

Nel concorso di lunedì 10 gennaio è stato centrato un "5" da 132.920,52 euro a Lamezia Terme, in provincia di Catanzaro, grazie a una "Schedina 2 Pannelli" giocata presso il punto vendita Tabacchi Curcio in corso Giovanni Nicotera 72. (Agipronews)

Superenalotto, si fa festa ancora con i 5. Il concorso dell’8 gennaio del Superenalotto ha fatto scattare festeggiamenti importanti in 4 città, con i baciati dalla dea bendata che hanno continuato i brindisi anche dopo l’arrivo del nuovo anno. (Consumatore.com)

La giocata vincente è stata convalidata a Lamezia Terme (CZ) presso il punto vendita Sisal Tabacchi Curcio situato in corso Giovanni Nicotera, 72. (http://www.pressgiochi.it/)

Lamezia Terme, scuola, Cittadinanzattiva: “Il rischio che le classi siano invase dal virus importato dalle vacanze è troppo serio e non va sottovalutato”

Un fortunato giocatore ha vinto 132.920,52 euro centrando un 5 al Superenalotto nel concorso di ieri. La schedina vincente è stata convalidata a Lamezia Terme nel punto vendita Sisal Tabacchi Curcio situato in corso Giovanni Nicotera, 72. (VeritasNews24)

La giocata vincente è stata registrata presso il tabacchi di corso Giovanni Nicotera 72 a Lamezia Terme, in provincia di Catanzaro. La rincorsa al Jackpot ripartirà nel prossimo concorso quando saranno messi in palio 138,2 milioni di euro. (Soverato News)

Considerato, inoltre, che la scuola è ritenuta il luogo più sicuro, aggiungiamo noi, in costanza di frequenza e non certo nella fase di rientro dalle vacanze, il buon senso avrebbe dovuto suggerire al governo maggiore cautela. (Corriere di Lamezia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr