REPowerEu : quali sono gli obbiettivi del piano energetico europeo

Informazione Ambiente ECONOMIA

Ebbene sì, la Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen ha annunciato da poco l’avvio del piano REPower Eu.

L’Unione europea ha già varato due importanti piani insieme al REPower Eu.

Il piano REPower Eu : gli obbiettivi. Il piano energetico prevede l’obbligo di copertura solare per gli edifici pubblici e commerciali dal 2025, mentre a partire dal 2029 anche gli edifici residenziali saranno sottoposti a tale obbligo accompagnato da un’accellerazione degli iter autorizzativi per le energie rinnovabili. (Informazione Ambiente)

La notizia riportata su altri giornali

(Adnkronos Salute) - Per cercare di porre rimedio alle difficoltà del mercato mondiale dell'energia la Commissione europea, il 18 maggio, ha presentato RePowerEU, un piano per ridurre la dipendenza da fonti energetiche fossili, specie di provenienza russa e accelerare con le energie rinnovabili. (Tiscali Notizie)

Inoltre il bonus sociale è stato reso retroattivo e riconosciuto automaticamente ai cittadini con ISEE fino a 12.000 euro. Con molta probabilità saranno inferiori a quelli attuali, rifletteranno una crisi da cui difficilmente verremo fuori fino al 2024-2025 (Segugio.it)

La Commissione dapprima ha tracciato le linee generali del piano RePower Eu nella comunicazione dell’8 marzo. Fit for 55, bando ai motori diesel, RePower Eu. (Wired Italia)

In particolare, esso ha tre obiettivi:. risparmiare energia; diversificare i fornitori di combustibili fossili; accelerare la transizione verso l’energia pulita, investendo maggiormente nelle rinnovabili. (Immobiliare.it)

Ad esempio, Bruxelles ha concesso agli Stati di dirottare fino 26,9 miliardi di euro dai fondi di coesione alla realizzazione del piano sull’energia Ma, a conti fatti, i finanziamenti a fondo perduto destinati alla sola realizzazione del piano ammontano a 20 miliardi di euro da dividere tra i 27 Paesi Ue. (EuropaToday)

I risultati della sinergia tra parte politica e parte amministrativa, che con spirito di collaborazione concorrono al conseguimento dell’obiettivo comune, possono essere straordinari come nel caso dell’attribuzione, in questi giorni, a Montemesola di un finanziamento di poco meno di 4 milioni di Euro per la realizzazione di un asilo nido. (Tarantini Time Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr