Rifiutano il vaccino AstraZeneca: volano insulti e minacce, deve intervenire la Polizia

Telenord ECONOMIA

Ma al rifiuto dei medici di somministrare Pfizer o Moderna, sono scattati gli insulti e le minacce.

Tutti da vaccinare con AstraZeneca, secondo il protocollo stabilito dalla struttura commissariale.

Il rifiuto dei medici di cambiare vaccino, però, non è stato accolto bene dalle tante persone presenti, tutti decisi a non farsi iniettare il siero anglo-svedese.

E' accaduto a Napoli, presso l'hub vaccinale della Mostra d'Oltremare dove Asl 1 in questi giorni ha convocato migliaia di napoletani fra i 60 e i 69 anni. (Telenord)

Se ne è parlato anche su altri media

Il caso Astrazeneca resta quello più significativo: delle 6,5 milioni distribuite in tutta Italia, ne sono state iniettate finora poco più del 70% La partenza di Johnson & Johnson è lenta, ma finora ne sono state consegnate appena 336mila dosi in tutto il Paese. (RagusaNews)

Delle 222 segnalazioni, però, solo 62 episodi di trombosi cerebrale e 24 alla vena splancnica sono state ritenute potenzialmente collegate al vaccino. Al 66,8% da donne e quindi al 33,2% da uomini, secondo i dati del nostro ministero della Salute aggiornati al 2017. (Wired.it)

In Italia, per il momento, si utilizzano Pfizer e Moderna, che hanno un principio attivo diverso dagli altri due in uso, AstraZeneca e Johonson & Johnson. Vaccini, prima e seconda dose: ma qual è il tempo corretto che deve intercorrere tra le due somministrazioni? (La Stampa)

E dire che, lo scorso 27 marzo, giorno della visita del commissario nazionale Francesco Figliuolo a Messina, la Sicilia era addirittura al primo posto con una percentuale dell’86 %. La Sicilia è ultima, ha la percentuale peggiore rispetto a tutte le altre regioni, anche della Calabria, che aveva tenuto a lungo il primato negativo. (Tempo Stretto)

Nota dolente: continuano i rifiuti al vaccino AstraZeneca: oggi ne avevamo molte dosi da somministrare e, solo stamattina, erano già oltre una trentina i 70enni che non hanno voluto vaccinarsi dopo aver scoperto di dover fare AstraZeneca» conclude il direttore generale Un ottimo segnale - spiega Benazzi - reso possibile anche grazie alla collaborazione con i sindaci del territorio che hanno invitato i cittadini non ancora vaccinati a presentarsi al Vax Day. (TrevisoToday)

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati (ilmattino.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr