L'ira di palazzo Chigi: le parole di Mattarella sui manganelli hanno influenzato le elezioni in Sardegna

Il Giornale d'Italia INTERNO

Giorgia Meloni se potesse farebbe tranquillamente a meno di Sergio Mattarella. E questa non è una grande novità. Da mesi gira voce tra i bene informati del freddo glaciale tra i due. D'altra parte la riforma del premierato, al di là delle smentite di rito è un siluro piazzato sotto la poltrona del Quirinale. E lo sanno benissimo entrambi. Stavolta però se possibile le cose sono ancora peggiori. Perché stavolta i big di Fratelli d'Italia attribuiscono la sconfitta in Sardegna alla "discesa in campo" del capo dello Stato ovvero alla recente uscita di Sergio Mattarella contro i manganellatori della polizia. (Il Giornale d'Italia)

Se ne è parlato anche su altre testate

Così Arianna Meloni, in un video pubblicato su Fanpage, commenta la sconfitta in Sardegna. Dai, su…”. (Periodico Daily)

I leader del centrodestra, dopo il risultato delle elezioni regionali in Sardegna, scrivono di essere "rammaricati per il fatto che l'ottimo risultato delle liste della coalizione di centrodestra, che sfiorano il 50% dei voti, non si sia tramutato anche in una vittoria per il candidato presidente". (Sardegna Reporter)

A chi gli fa notare che il ritardo nell'indicazione del candidato è stato causato da litigi interni alla coalizione, "non abbiamo litigato…", assicura, mentre sul fatto che la sorella, la premier Giorgia Meloni, sia stata l'unica ad intestarsi la responsabilità della sconfitta, "perché è una brava persona – risponde -, ma abbiamo perso tutti…" — email protected (Web Info) (Adnkronos) – “Siamo arrivati tardi, secondo me, con il candidato, e hanno vinto per tremila voti. (Sardegna Reporter)

«Prendiamo atto delle scelte degli elettori sardi, e lo facciamo partendo dalle considerazioni legate alle preferenze espresse dai cittadini nelle urne delle grandi città dell’Isola, che forniscono una indicazione palese. (Cronache Nuoresi)

"Riflessioni si fanno nell'ambieto di una coaliozione unita" POLITICA (Roma). "A noi non interessa entrare nel merito di queste questioni, analizzeremo con calma perché non si fanno commenti a caldo ma si faranno le dovute riflessioni nell'ambito di una colazione unita che deve lavorare e si prenderà atto di questo risultato per guardare al futuro. (Alanews)

Sardegna ingrata, per la Lega. Ma con un retrogusto di amara soddisfazione. (MOW)