Vaccino contro il coronavirus, Italia fanalino di coda: l'esercito di incapaci che ci ha portato a questo rimarrà impunito

Vaccino contro il coronavirus, Italia fanalino di coda: l'esercito di incapaci che ci ha portato a questo rimarrà impunito
LiberoQuotidiano.it INTERNO

A San Diego ad esempio, nella South Bay Vaccination super station, c'è un viavai continuo di gente.

Ma il sospetto, anzi la certezza, è che ancora una volta ci sarà un'esercito di incapaci che rimarranno impuniti

In Inghilterra oltre la metà della popolazione ha ricevuto la prima dose di vaccino e 2,3 milioni hanno ricevuto anche la seconda.

L'obiettivo di Pechino è quello di arrivare a immunizzare il 40% della popolazione entro giugno, parliamo di 560 milioni di persone. (LiberoQuotidiano.it)

Ne parlano anche altre fonti

Sia domenica di Pasqua che ieri, lunedì in Albis, i centri hanno continuato a erogare il servizio fino alle 14. Mai sospesa l'attività vaccinale a Caserta in questi ultimi due giorni di festa. (ilmattino.it)

L’obiettivo resta quello di toccare le 80.000 dosi a settimana, procedendo velocemente per anziani e ultrafragili. Tramite le farmacie, attive dalla scorsa settimana, si sono prenotate 12.971 persone, tramite i medici di medicina generale 56. (GenovaToday)

La richiesta arriverà al medico di famiglia, che si accorderà con l’assistito per fissare la data della vaccinazione ed eseguirla nel suo ambulatorio, oppure in un ambulatorio di medicina di gruppo o in uno messo a disposizione dall’azienda sanitaria del territorio. (Prima Biella)

Vaccini, 100 giorni di speranza e lotta. Ora si attende l’hub

Addirittura l’Umbria e la Sardegna hanno comunicato di aver vaccinato rispettivamente appena 14 e 39 persone a Pasqua Nei tre giorni festivi, da sabato 3 aprile a lunedì 5, risultano essere state somministrate circa 500 mila dosi di vaccino. (Open)

L'insorgenza mediana dei sintomi cutanei dopo la seconda dose (giorno 2; intervallo da 1 a 3) è stata precedente a quella dopo la prima dose. Tuttavia, queste reazioni non sono state ulteriormente caratterizzate e non sono stati forniti collegamenti tra le reazioni dopo la prima dose e quelle dopo la seconda dose. (InfermieristicaMente)

A cento giorni dall’inizio della campagna vaccinale a Brescia, avviata il 27 dicembre con le somministrazioni al personale sanitario, parte il conto alla rovescia per l’apertura del centro vaccinale del Brixia Forum di via Caprera dove dal 12 aprile sono state già prenotate le prime dosi per le persone che rientrano nella fascia di età 75 ai 79 anni. (Brescia Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr