Oggi il vertice per le riaperture delle discoteche, Speranza apre uno spiraglio, l’ipotesi sul tavolo del Cts: si tornerà a ballare, ma solo per chi è stato vaccinato

Oggi il vertice per le riaperture delle discoteche, Speranza apre uno spiraglio, l’ipotesi sul tavolo del Cts: si tornerà a ballare, ma solo per chi è stato vaccinato
Open INTERNO

Dal ministro al sottosegretario Pierpaolo Sileri il Green Pass mette tutti d’accordo.

L’ordine del giorno è capire con quale modalità riaprire i battenti di discoteche e sale da ballo, uniche rimaste al palo in questa fase di riaperture.

Il nodo sulle restrizioni. Il comune denominatore tra le ipotesi è il pass vaccinale.

Una porzione di popolazione che, secondo Figliuolo, potrà essere gestita «delocalizzando» le somministrazioni in strutture supplementari agli hub

Come sostenuto dallo stesso Speranza, infatti, «per ora di riaprire non se ne parla, ma potremmo programmare per luglio la ripartenza delle discoteche riservandole a chi ha il pass vaccinale, in modo da spingere giovani a giovanissimi a immunizzarsi». (Open)

Ne parlano anche altre testate

Milano, 8 giu. (LaPresse) – “Adesso abbiamo un governo che vuole più Italia in Libia e noi glie la daremo”. (LaPresse)

Mentre Figliuolo alza l’asticella, annunciando alla Camera che l’obiettivo è vaccinare a settembre l’80% della popolazione, 54,3 milioni di italiani, 12-15enni compresi, Speranza pensa di aiutare a centrare l’obiettivo usando la carota delle nottate in discoteca per convincere giovani e giovanissimi a vaccinarsi. (La Stampa)

Che significa poi tagliare ad agosto il traguardo di “quota 70”, che già impedisce al virus di circolare. Di «gradualità a partire da luglio» parla invece l’altro sottosegretario Andrea Costa, che oltre al green pass indica tra le condizioni quella della «capienza ridotta dei locali». (Il Piccolo)

Discoteche chiuse, in Sicilia si sceglie la linea morbida: «Niente rivolta»

E' una questione di coerenza: ora abbiamo gli strumenti, con prudenza si può riaprire". Il Green Pass. E poi c'è il Green pass, che per Costa "può assolutamente" essere lo strumento per tornare a ballare in sicurezza (Adnkronos)

«In questo modo», prosegue il presidente della Silb-Fipe di Confcommercio, «avremo delle discoteche bolla, impermeabili al virus e ai contagi. (ilmessaggero.it)

Cosa che, per quanto difficile, non implica che si debba ballare a tutti i costi, anche contro legge. Rischiare non ha senso e forse anche per questo sono stati bloccati gli esperimenti che si volevano fare sulla riapertura delle discoteche. (La Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr