Omicidio Willy, i Bianchi violenti non solo con le persone: “Trovati video dove sparano ad animali”

Omicidio Willy, i Bianchi violenti non solo con le persone: “Trovati video dove sparano ad animali”
Fanpage.it INTERNO

Sul telefono di Marco Bianchi, ad esempio, è stato trovato un video mentre con un fucile da caccia il ragazzo spara a un uccello già ferito.

Secondo chi indaga, e secondo l'opinione di esperti di arti marziali, a uccidere il ragazzo sono stati colpi dati da lottatori professionisti

A cura di Natascia Grbic. Atteggiamenti violenti non solo contro le persone, ma anche contro gli animali.

Nelle immagini si vede Marco Bianchi sparare con un fucile da caccia a un uccello ferito, e uccidere poi sempre con un’arma da fuoco una pecora, “causando una sofferenza ingiustificata all’animale”. (Fanpage.it)

Ne parlano anche altre fonti

La vocazione violenta emerge anche da diverse chat, come era stato già riportato nel corso del processo per la morte di Willy. Alcuni video, ritrovati negli smartphone dei due imputati, mostrerebbero i fratelli Bianchi intenti a torturare degli animali, in particolar modo una pecora. (Casilina News )

Leggi anche > Accoltellarono un giovane senza motivo: presi due 17enni. Negli smartphone dei fratelli Bianchi ci sono anche altri video di violenze, tra botte e spari, anche contro altri animali (leggo.it)

Omicidio Willy, le violenze dei fratelli Bianchi anche sugli animali: “Indole crudele”

Lo sostengono gli inquirenti alla luce di alcune indagini integrative disposte dai pm Giovanni Taglialatela e Francesco Brando, finalizzate a inquadrare meglio la personalità di Marco e Gabriele Bianchi, noti come "i gemelli" per la loro somiglianza, imputati di omicidio volontario insieme a Mario Pincarelli e Francesco Belleggia, tutti di Artena (Repubblica Roma)

Ma dall’analisi dei cellulari dei fratelli Bianchi sono spuntati video e foto in cui si vedono i due ragazzi commettere atti di crudeltà nei confronti di animali indifesi, uccisi per gioco e per divertimento. (Il Riformista)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr