Nuovo capitolo nella vicenda Eitan: il nonno parla in tivù

Nuovo capitolo nella vicenda Eitan: il nonno parla in tivù
Prima Pavia INTERNO

Ma il Tribunale riconosce come legale affidataria la zia Aya.

Il nonno parla in tivù: nuovo capitolo nella triste vicenda di Eitan, il bambino sopravvissuto alla tragedia della funivia che ora si ritrova "sballottato" fra le famiglie che vogliono accaparrarsene l'affido.

Le parole del nonno. Queste in sintesi le sue parole:. "Non sono d'accordo che ho fatto una cosa illegale.

Oggi il nonno Samuel Peleg, responsabile secondo l'accusa del reato "sottrazione di minore" ha voluto spiegare le proprie ragioni. (Prima Pavia)

Se ne è parlato anche su altre testate

I giudici del Tribunale del Riesame di Milano confermano: il nonno materno di Eitan va arrestato per sequestro di persona e trattenimento di minore all'estero, nel caso specifico Israele. Tuttavia, Peleg non ha considerato che Eitan «non era un oggetto» ma «una persona in condizioni di indicibile fragilità». (Il Messaggero)

Caso Eitan, il Riesame conferma: nonno da arrestare. Bimbo «rapito» e portato in Israele dopo la tragedia della funivia
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr