In Spagna scoppia lo scandalo dei green pass falsi: acquistati da oltre duemila ricchi

L'INDIPENDENTE ESTERI

A questi si aggiungono José María Fernández Sousa-Faro, presidente di PharmaMar, e Trinitario Casanova, uno degli uomini più ricchi della Spagna

Lo scandalo ha coinvolto persone che sono state aggiunte al Registro Nazionale di Immunizzazione in cambio di denaro.

Secondo i risultati della Operación Jennifer, che ha visto anche l’intervento della magistratura, 2.200 persone appartenenti all’élite spagnola avrebbero deciso di non vaccinarsi, bypassando le restrizioni attraverso l’acquisto di falsi certificati di vaccinazione contro il Covid-19. (L'INDIPENDENTE)

Se ne è parlato anche su altre testate

Tra gli indagati figurano famosi cantanti, musicisti, stelle del calcio, uomini d’affari, politici e personale medico di alto livello. MeteoWeb. L'”Operazione Jenner” condotta dagli investigatori spagnoli ha scoperto almeno 2.200 personaggi famosi con falsi certificati di vaccinazione Covid-19, tutti acquistati da un’infermiere. (MeteoWeb)

Con più di 35 anni di esperienza nell’industria farmaceutica, Fernández Sousa-Faro è stato membro dei consigli di amministrazione di Antibióticos, Penibérica, Biolys, ICI-Farma, Pescanova, Transfesa, Cooper-Zeltia, ICI-Zeltia e Banco Guipuzcoano. (Il Primato Nazionale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr