Misano. Una banale lite tra vicini finisce in tragedia: Edi Žegarac uccide Nicola Donadio

La Prima Pagina SALUTE

Ad aggredirlo e assassinarlo è stato Edi Žegarac, 54 anni, cittadino italiano di origine slovena, che lo ha colpito più volte in testa con un bilanciere da palestra.

Quella che all’apparenza pareva una disputa banale nel corso dei mesi aveva acuito le tensione tra i due vicini di casa.

Un banale litigio tra vicini è finito in tragedia.

Un grave fatto di sangue si è consumato a Misano (Rimini).

Žegarac, accecato dalla rabbia, ha sollevato l’attrezzo da palestra e lo ha usato per colpire in testa il rivale

(La Prima Pagina)

Su altre testate

Ogni elemento ulteriore sarà fornito alle Forze dell’Ordine, impegnate da subito nella comprensione di quanto accaduto e nell’individuazione delle relative responsabilità". Lascia 5 figli piccoli Nicola Donadio, il 50enne originario di Potenza ma residente a Misano Adriatico, ucciso all'alba di mercoledì dal proprio vicino di casa in seguito a una lite scoppiata per futili motivi. (RiminiToday)

Poi è svenuto e quando si è risvegliato nel bagno, in una pozza di sangue, ha visto il corpo del suo vicino che giaceva per terra, in fin di vita: a nulla è servito l’intervento dei carabinieri e dei soccorsi del 118 per rianimarlo; il cuore di Nicola Donadio – 49enne originario di Potenza, con quattro figli -ha cessato di battere. (Libertas San Marino)

Misano Adriatico, Nicola Donadio ucciso a sprangate. Nicola Donadio, 50 anni, viveva in una roulotte-container in un’area riservata dal Comune di Misano Adriatico alle persone in difficoltà economica. Misano Adriatico, Nicola Donadio è morto nelle prime ore di oggi, 13 gennaio 2022, ucciso da diversi colpi di spranga per un effimero litigio. (Notizie.it )

Questo omicidio si poteva evitare, ma la solita inerzia amministrativa e degli uffici sociali con la relativa sottovalutazione del caso ha inciso pesantemente . 🔊 Ascolta l'audio. “Questo omicidio si doveva e poteva evitare”. (News Rimini)

A seguito degli atti di rito i militari dell’Arma riconsegnavano la refurtiva all’avente diritto Nella giornata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Trapani hanno denunciato un cittadino straniero di 37 anni per il reato di tentato furto aggravato. (Trapani Oggi - Notizie di cronaca, politica, attualità Trapani)

Emergono nuovi retroscena sull’omicidio dell’autista originario della provincia di Potenza e sul suo rapporto conflittuale con il vicino di casa. Da quel giorno, secondo Donadio, Žegarac non avrebbe più smesso di "mettere in atto quei comportamenti, facendomi vivere nel timore" (il Resto del Carlino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr