Turismo, la Commisione europea apre ai viaggi non essenziali

Turismo, la Commisione europea apre ai viaggi non essenziali
Euronews Italiano ESTERI

Un apertura, dunque, ma con un meccanismo di emergenza in caso di nuovi picchi.

"Questo permetterà agli Stati membri di agire rapidamente e limitare in via temporanea i viaggi dai Paesi colpiti, per il tempo necessario a mettere in atto misure sanitarie adeguate" spiega Adalbert Jahnz, portavoce della Commissione europea.

Prima di diventare operative e di essere attuate, le raccomandazioni della Commissione devono essere approvate dagli Stati membri

La Commissione europea ha proposto agli Stati membri di allentare le attuali restrizioni sui viaggi non essenziali entro l’inizio di giugno: un barlume di speranza per gli operatori turistici, travolti dalla crisi sanitaria. (Euronews Italiano)

La notizia riportata su altri giornali

34 milioni di dosi cominceranno a essere consegnate già nel quarto trimestre del 2021, con una opzione per COVAX fino a ulteriori 466 milioni di dosi nel 2022. Buone notizie per il turismo, soprattutto per i Paesi che hanno affrontato meglio l’emergenza covid e hanno quasi completato la campagna vaccinale. (Radionorba)

II. di Giovanni Cipriani - Antonella Cagnolati (a cura di). «Orbene, vedo trasfigurarsi ai miei occhi tutte le figure dei miei colleghi e amici e tutte le loro personalità in una grande e maestosa biblioteca: ognuna/ognuno di loro costituisce uno scaffale di libri a sé, ma al contempo confinante, orizzontalmente e verticalmente, con gli altri scaffali, dando vita a una straordinaria enciclopedia dei saperi umanistici, fonte di documentazione, ispirazione, eredità, trasmissione di quanto è stato scoperto e depositato da altri e di quanto è stato scoperto e messo a disposizione da loro stessi, in una continuità incessante di conoscenze, riflessioni, acquisizioni. (il Mattino di Foggia)

Covid, appello ad allentare restrizioni sui viaggi. Bruxelles propone di consentire l’ingresso nell’Unione per motivi non essenziali non solo a tutte le persone provenienti da Paesi con una buona situazione epidemiologica, ma anche a tutte le persone che hanno ricevuto l’ultima dose raccomandata di un vaccino autorizzato dall’Ue. (L'Occhio)

Nasce TravelAP & Events, l'agenzia di viaggi che sfida la crisi

Tuttavia, se nei 14 giorni precedenti l’ingresso in Italia c’è stato un soggiorno o un transito dai Paesi dell’Elenco C, il test molecolare o antigenico rimane d’obbligo. Ai fini dell’ingresso nel territorio nazionale, i bambini sotto i 2 anni sono esclusi dall’obbligo del test molecolare o antigenico (Money.it)

A quel punto la Commissione punta ad includere nell’elenco dell’allentamento delle restrizioni un congruo numero di Paesi. L’ingresso nell’Unione può essere consentita a tutte le persone provenienti da Paesi con una buona situazione epidemiologica e a tutte le persone che hanno ricevuto l’ultima dose raccomandata di un vaccino autorizzato dall’Ue. (Corriere Italiano)

Buone anche le prenotazioni: «Stanno arrivando piano piano – conclude l’agente di viaggi – Io lavoro molto con i gruppi, anche se per via della pandemia sono ridotti Ciò non toglie, però, che bisogna adoperarsi anche dal punto di vista tecnologico, infatti ho una persona che mi supporta a livello marketing e di social media», prosegue Antonella Parente. (L'Agenzia di Viaggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr