Scuole, il Tar sospende l'ordinanza di Cateno De Luca, da domani tutti in classe

Scuole, il Tar sospende l'ordinanza di Cateno De Luca, da domani tutti in classe
Lettera Emme INTERNO

Il tribunale amministrativo ha accolto la richiesta del comitato “Scuola in presenza”.

L’ordinanza di De Luca è stata ritenuta illegittima, perchè il sindaco assumeva decisioni che travalicano la sua competenza: è facoltà dei primi cittadini di assumere decisioni più restrittive in materia di presenza scolastica, infatti, solo in aree dichiarate zona rossa (Messina e la Sicilia sono ancora in zona gialla). (Lettera Emme)

Ne parlano anche altre fonti

Il presidente del tribunale amministrativo regionale di Catania Daniele Burzichelli ha infatti accolto il ricorso presentato dal Sip Comitato scuola in presenza, tramite i legali Armando Hyerace, Aurelio Rundo Sutera e Massimo Nicola Marchese. (MessinaToday)

Molto spesso inoltre i vari pesci rossi vengono tenuti nelle bocce di vetro, che sono vietate per legge, cosi come sarebbe necessario tenere il pesce in compagnia essendo un animale socievole e sociale. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

1, quarto comma, del decreto legge n. Campania, Sezione V, con decreto n. (Gazzetta del Sud - Edizione Messina)

Scuole a Messina: ricorso al Tar su ordinanza sindaco De Luca

È l’occasione perché il Sud, con la Campania in prima linea, gli chieda di affrontare con pari forza il problema dell’eguaglianza Con apprezzabile rapidità il Tar Campania si è pronunciato sull’ordinanza del presidente De Luca che rinviava in Campania al 29 gennaio la riapertura in presenza di scuole materne, elementari e medie. (La Repubblica)

Riflettori puntati sul governo che ha già impugnato il provvedimento di De Luca campano La Regione riapre le scuole che rimangono chiuse in decine di comuni a cominciare da Messina. (Gazzetta del Sud - Edizione Messina)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr