Superbonus 110%: abusi edilizi e casi in cui decade

I-Dome.com ECONOMIA

Condono più semplice con il Superbonus 110%?

Se non è più operante in caso di abusivismo, quando decade il Superbonus 110%?

Visto che l’eventuale illegittimità della costruzione di un immobile non è più causa di decadenza dell’agevolazione Superbonus 110%, quali sono i casi che fanno venir meno tale beneficio?

Ci sono novità molto importanti sul fronte Superbonus 110%: questo infatti può essere applicato anche in presenza di abusivismo edilizio. (I-Dome.com)

Ne parlano anche altre testate

Si chiede anche di chiarire:. la definizione di "progetto unitario" , al fine di comprendere se l'intervento di consolidamento statico per usufruire del cd. Superbonus. (ingenio-web.it)

34/2020, prevede che per le persone fisiche il Superbonus si applica agli interventi di riqualificazione energetica realizzati su un numero massimo di due unità immobiliari. Pertanto, un soggetto che ha già utilizzato l'agevolazione per la riqualificazione energetica di due immobili, non potrà usufruire del Superbonus per interventi di riqualificazione energetica su un altro immobile di cui è comproprietario al 50%. (Lavorincasa.it)

Sabato 18 Settembre 2021, 16:43 - Ultimo aggiornamento: 17:47. Il Superbonus 110% è valido anche per gli edifici irregolari, con abusi edilizi, ma a precise condizioni. Cos'è il Superbonus 110% e come si ottiene. (ilmessaggero.it)

E’ stato proprio il confronto con il tavolo tecnico ordinistico a consentire il superamento di alcuni dubbi operativi sull’applicazione delle nuove regole intervenute ad agosto. (Livesicilia.it)

Abusi edilizi. Sugli edifici con abusi edilizi, l’interrogazione chiedeva chiarimenti sulla possibilità di accedere al Superbonus per un condominio insanabile da un punto di vista urbanistico, ma reso alienabile con il ravvedimento dei condomini dopo aver pagato la relativa sanzione prevista dal comune di appartenenza. (Qualenergia.it)

63/2013) l’Agenzia ricorda che sono ammesse al Superbonus anche le spese per interventi realizzati su immobili che saranno destinati ad abitazione solo al termine dei lavori. L’istante, in particolare, è un soggetto residente all'estero che vuole ristrutturare un fabbricato pericolante composto da due unità collabenti, sprovvisto di Ape. (CASA&CLIMA.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr