Conto in banca, non superare mai questi limiti: ecco il motivo

Talky Music ECONOMIA

Questi limiti hanno il doppio obiettivo di rendere le transazioni più “trasparenti” oltre ad aumentare i livelli di sicurezza delle stesse.

Conto in banca, non superare mai questi limiti: ecco il motivo. Quali sono i limiti da non superare?

Anche chi possiede un regolare conto in banca impara presto a conoscere alcuni limiti e “soglie” relative ai prelievi, i versamenti e quant’altro.

Chi detiene un conto corrente può di fatto versare qualsiasi somma di denaro sul proprio conto, in quanto l’ordinamento italiano non impone reali limitazioni in tal senso. (Talky Music)

Ne parlano anche altre testate

Il concetto di contante rappresenta qualcosa che viene parzialmente “osteggiato” o comunque “limitato” da oramai diversi anni, direttamente dalla maggior parte degli stati europei. Non ha effetto versare i contanti sul conto di un parente pensionato o nullatenente, visto che anche in questo caso i controlli non si “fermano”. (Talky Music)

Effettuare qualsiasi pagamento con contanti se di importo superiore a 2000 euro fa scattare una sanzione amministrativa di importo variabile, che può essere da 1.000 euro ad un massimo di 50.000 euro. Viene punita anche l’omessa segnalazione, con un’altra multa anche in questo caso variabile: viene calcolato un minimo di 3.000 euro fino ad un massimo di 15. (Talky Music)

Aprire e utilizzare un conto in banca infatti risulta estremamente intuitivo, visto che la quasi totalità delle operazioni sono effettuabili direttamente dalla propria app. Il limite sui prelievi invece è piuttosto generalmente calcolato su base mensile. (Talky Music)

Tuttavia dobbiamo rimarcare che il contribuente deve poter dimostrare che il denaro non sia collegato a fatti di evasione fiscale. In ragione di quanto appena detto, il contribuente deve sapere che è tenuto a specifici comportamenti – onde evitare conseguenze con il Fisco (InformazioneOggi.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr