La Tecnologia Galleggiante è La Nuova Frontiera Delle Energie Rinnovabili: In Salento Vento E Mare Profondo Sono In Grado Di Produrre Energia Pulita

Corriere Salentino ECONOMIA

I VANTAGGI PER IL TERRITORIO. Per quanto riguarda la fase di installazione e di preparazione del sito, le tre società creeranno nel Salento una filiera industriale o si appoggeranno a quella esistente, valorizzando anche le aree portuali.

– La tecnologia galleggiante è la nuova frontiera delle energie rinnovabili.

Link Sponsorizzato. Kseniia Balanda ha presentato “Odra Energia”, così chiamata per fare omaggio al territorio (“odra” in messapico = “acqua”): «La nostra proposta, che permetterà di produrre l’equivalente del consumo annuale di un milione di famiglie italiane, è volta a realizzare energia pulita in maniera sostenibile e tutti gli studi sono volti a minimizzare qualsiasi tipo di interferenza in maniera sostenibile». (Corriere Salentino)

Su altri media

L’eolico marino galleggiante gioca un ruolo chiave nel processo di transizione energetica. La capacità massima installata prevista per questo progetto è pari a circa 1,3 GW. (LecceSette)

ricadute positive sul settore terziario: importanti opportunità per le imprese del territorio, durante le fasi di realizzazione e di esercizio del parco;. ? Nel quadro della partnership paritetica che lega le due aziende, Falck Renewables e BlueFloat Energy stanno per depositare la documentazione necessaria all’avvio dell’istanza autorizzativa, per conto della società Odra Energia, relativa al progetto per la costruzione di un parco eolico marino galleggiante al largo della costa meridionale della provincia di Lecce. (LecceSette)

Il nuovo mini-eolico da parete è composto nella sua versione attuale da 25 micro turbine ad asse verticale. Frutto dell’immaginazione e della creatività del designer Joe Doucet, Turbine Wall non è altro che un “mini-eolico da parete”, un impianto composto da piccolissimi aerogeneratori ad asse verticale integrabile strutturalmente nell’ambiente costruito. (Rinnovabili)

La proposta rifusione della direttiva del Consiglio sulla tassazione dei prodotti energetici e dell’elettricità (ETD) mira a promuovere il ricorso a tecnologie pulite: finora, la pesca, assieme ad altri settori, ha beneficiato di regimi esentasse sul prezzo dei carburanti. (pesceinrete.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr